Sabato, 05 Dicembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Sposarsi al tempo del Coronavirus, cosa fare se il matrimonio è imminente
LA GUIDA

Sposarsi al tempo del Coronavirus, cosa fare se il matrimonio è imminente

Tanti i progetti e le attività da rimandare a causa dell'emergenza coronavirus. Tra questi anche i matrimoni 2020, le attese nozze che in questo momento tanti sposi sono costretti a posticipare ad un altro periodo più favorevole e, per così dire, più sereno.

Ma come fare con tutti gli aspetti organizzativi da rimodulare e rivedere? Sono diverse le domande che in questi giorni si pongono tante coppie, dal quando si potrà fissare una nuova data, al recupero e al reindirizzamento degli acconti già versati ai fornitori, al come riprogrammare la luna di miele.

A queste e ad altre domande ha dato risposta Sposi Magazine che ha raccolto i quesiti più frequenti posti dalle coppie che sarebbero state prossime alle nozze durante l'emergenza e che dovranno necessariamente rivedere tutti progetti fatti finora.

Sia chi si sarebbe dovuto sposare a marzo e ad aprile, ma anche chi dovrebbe celebrare le proprie nozze nel periodo compreso tra maggio e settembre, potrebbe aver bisogno di rivalutare la data della cerimonia posticipandola alla fine dell'anno, possibilmente tra settembre e dicembre quando la situazione dovrebbe tornare alla normalità. Se poi si vuole andare sul sicuro si può pensare di rimandare le nozze direttamente al 2021.

Per questo è importante iniziare a contattare i vari fornitori e il proprio wedding planner ed iniziare a confrontarsi con loro sul come e quando riorganizzare tutti i momenti e le fasi delle nozze, senza escludere ed avere paura di scegliere un giorno infrasettimanale, e non il prediletto week end, o ancora i mesi più freddi come novembre e dicembre.

Niente paura anche per gli acconti già dati. Considerato il particolare periodo, tutti i fornitori saranno abbastanza flessibili e comprensivi. Ciononostante è utile rivedere con attenzione tutte le clausole dei contratti già firmati con il catering, la location, il fotografo e il fioraio etc. per capire come possano venire incontro alla coppia. Chiaramente la stessa logica include anche i tempi di pagamento: bisognerà riprogrammare con i fornitori le nuove scadenze.

Stabilita una nuova data, il problema successivo è come comunicarla agli ospiti soprattutto se le partecipazioni sono state già inviate e consegnate. Partendo dal presupposto che gli invitati comprenderanno sicuramente il momento particolarmente delicato, si può inviare un nuovo invito telematico, tramite email o su Whatsapp, realizzando anche una grafica a tema con le proprie nozze e rimandando così alla nuova data fissata.

Due tasti dolenti riguardano le bomboniere già confezionate e la luna di miele. Nel primo caso, considerati i costi notevoli, è possibile metterle da parte per la nuova cerimonia senza preoccuparsi troppo della data passata: anche in questo caso gli ospiti capiranno! Se consideriamo infine la luna di miele, come sottolinea Sposi Magazine, le agenzie di viaggi verranno incontro agli sposi attraverso dei voucher validi fino all'anno prossimo o ancora posticipando le date ad un periodo favorevole valutando anche la possibilità di cambiare meta offrendo un viaggio di pari valore al precedente.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X