Giovedì, 27 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Oggi è San Valentino, Google gli dedica il doodle: origini e curiosità della festa degli innamorati
LA RICORRENZA

Oggi è San Valentino, Google gli dedica il doodle: origini e curiosità della festa degli innamorati

di
doodle di google, feste, san valentino, Sicilia, Società
Il doodle di Google per San Valentino

Il doodle di Google oggi è dedicato a San Valentino. Un disegno animato tenerissimo per celebrare l'amore in tutte le sue forme. Oggi, 14 febbraio, in un'esplosione di cuori rossi, fiori e cioccolatini in tutto il mondo è la festa degli innamorati. E checchè ne dicano i più cinici, si tratta di una ricorrenza che ha origini molto lontane e il cui protagonista è sempre stato l'amore.

La festività risale addirittura al periodo dell'avvento del cristianesimo. Nel mese di febbraio, infatti, i romani celebravano i Lupercalia dedicati, da cui il nome, al dio della fertilità Luperco del quale si chiedevano favori attraverso riti propiziatori svolti tra il 13 e il 15 febbraio.

Questo fino al 496 d.C., quando papa Gelasio I li convertì nella festa che conosciamo oggi e indicando come santo patrono San Valentino. Ma perché proprio lui? Esistono tre versioni della storia che lega il santo alla festa degli innamorati. La più accreditata fa riferimento al vescovo di Terni Valentino martirizzato con la pena della decapitazione dopo aver celebrato un matrimonio misto tra una cristiana e un legionario pagano, Serapia e Sabino.

Secondo un'altra leggenda, San Valentino pose fine al litigio di due innamorati donandogli una rosa e loro, per ringraziarlo, gli chiesero l'onore di celebrare il loro matrimonio. Infine, un'altra storia racconta del dono che San Valentino fece a una ragazza povera affinché potesse acquistare la dote per il suo matrimonio, senza la quale non si sarebbe potuto celebrare.

L'associazione però tra San Valentino e il concetto di amore ha origini letterarie e posteriori al periodo cristiano. Fu infatti l'autore dei Racconti di Canterbury, Geoffrey Chaucer, che, in un poema dedicato alle nozze di Riccardo II con Anna di Boemia, paragonò Cupido a San Valentino.

La tradizione di regalare cioccolatini, invece, risale al 1868 quando Richard Cadbury, figlio di una famiglia britannica dedita alla produzione di cioccolato, realizzò per la prima volta delle confezioni a forma di cuore con delle rose poste a decorazione da regalare alla propria amata nel giorno di San Valentino.

I festeggiamenti di San Valentino variano di Paese in Paese. In Giappone, per esempio, sono le donne a regalare i cioccolatini all'amato mentre in Thailandia possono festeggiare le coppie decise a voler convolare a nozze. In Spagna invece è tradizione che l'uomo regali un mazzo di rose rosse alla sua amata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X