Lunedì, 06 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Vaccini gratuiti, la Sicilia tra le regioni più virtuose
SANITA'

Vaccini gratuiti, la Sicilia tra le regioni più virtuose

Sui vaccini gratuiti l’offerta è uniforme in tutte le Regioni come calendario, seppur con strategie diverse, ma ce ne sono alcune più "virtuose" di altre, come Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia e Sicilia , che fanno un passo ulteriore. E oltre quella inserita fra i livelli essenziali di assistenza (Lea), ampliano l’offerta con altre vaccinazioni (ad esempio encefalite da zecca, epatite A) in relazione a specifiche esigenze sul territorio.

È uno dei dati che emergono dal primo Rapporto dell’Osservatorio Strategie Vaccinali, presentato oggi a Roma. I dati sono stati elaborati sulla base di un sondaggio indirizzata a tutti i Direttori dei Dipartimenti di Prevenzione, circa 80. Il rapporto rileva come tutte le Regioni dichiarino di aver adeguato il proprio calendario a quanto previsto dal piano di prevenzione vaccinale 2017-2019, almeno per l’età pediatrica,mentre il 95,5% degli intervistati ha affermato di aver avviato tutte le campagne di vaccinazione raccomandate per l’adulto.

Per le vaccinazioni pediatriche, poi, quasi tutti i servizi sono provvisti di un’anagrafe vaccinale informatizzata, che nel 54% dei casi copre l'intera Regione. Mentre se si focalizza l’attenzione sulle vaccinazioni dell’adulto la situazione peggiora: il 34% degli operatori lamenta la totale assenza di un’anagrafe vaccinale informatizzata. Per la scelta e l’approvvigionamento dei
vaccini, vi è invece uniformità: sono le Regioni, infatti, a occuparsi, nella stragrande maggioranza dei casi sia della scelta dei prodotti da utilizzare, sia dell’espletamento delle procedure di gara.

«Il dato positivo -spiega Michele Conversano, Direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl di Taranto e past president Siti- è che finalmente c'è un’offerta vaccinale uniforme come calendario. Quello che ci differenzia, purtroppo, è ancora il tipo di offerta, il tipo di strategia. Non sempre c'è una chiamata attiva, non sempre un’anagrafe vaccinale informatizzata ci permette scambio di informazioni».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X