Giovedì, 05 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
"SOTTILETTA"

Morta sola e in povertà, Erin Moran ritrovata dai servizi sociali

LOS ANGELES. Un sorriso che ha subito conquistato il pubblico, un personaggio - quello di Joanie Cunningham nella fortunata serie Happy Days - che le ha regalato a soli 14 anni una popolarità che con gli anni le si è rivoltata contro come un boomerang.

Ebbene sì, non è sempre tutto oro quel che luccica. E forse lo sapeva bene Erin Moran, morta a soli 56 anni in solitudine e in stato di assoluta povertà. Il suo corpo è stato ritrovato dagli assistenti sociali. In quel momento, della Joanie televisiva, per tutti Sottiletta, era davvero rimasto ben poco. Solo un ricordo. Che sia stato tutto un sogno? Probabilmente sì, almeno per lei.

Sorella di Richie, amica di Fonzie, fidanzata di Chachi, Erin Moran dopo la serie televisiva aveva iniziato a non avere più pace.

Nel 1987 ha sposato Rocky Ferguson, dal quale ha poi divorziato nel 1993. Lo stesso anno, ha sposato Steven Fleischmann. Da quel momento, le difficoltà. Rimasta povera, nel 2012 ha iniziato a vivere nella roulotte della suocera dentro un camping di New Salisbury, nello stato dell'Indiana.

Muore Erin Moran, "Sottiletta" di Happy Days. Il dolore di Fonzie: troverai finalmente pace

Lei e il marito furono ben presto sfrattati, a causa della loro vita dissoluta fatta di droga e alcon. Morta lo scorso sabato a Corydon, in Indiana, il suo corpo è stato ritrovato nella Contea di Harrison dai soccorritori.

"Ero bella, ricca e famosa e adesso non mi è rimasto nulla, nemmeno una casa. Non ho più un dollaro e sono obbligata a vivere come una randagia", aveva raccontato diverso tempo fa.

Era il 1974 quando a soli 14 anni ha raggiunto una popolarità tale da diventare una vera e propria icona. Grazie al personaggio di Sottiletta, la Marion ha infatti incarnato il modello di brava ragazza che tutti sognano.

"Sono cresciuta in televisione", si legge sul Corriere della Sera. Di fatto, aveva solo 24 anni quando la sua carriera è finita. Il motivo? Un personaggio divenuto per lei una vera e propria trappola. Dopo Happy Days, infatti, invano ha aspettato nuove offerte di lavoro: "Così è iniziata la mia depressione", aveva detto la Marion. A parte qualche ruolo marginale, la carriera della Marion è iniziata e si è conclusa con il personaggio di Joanie.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X