Sabato, 15 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società La prevenzione del cancro al seno si fa sui Frecciarossa
SALUTE

La prevenzione del cancro al seno si fa sui Frecciarossa

ROMA. Visite senologiche gratuite e distribuzione del 'Vademecum della Salutè. Anche quest'anno, per la sesta edizione, la prevenzione contro il cancro al seno »viaggia ad alta velocità« sulle Frecce di Trenitalia. Dal 3 al 14 ottobre, nel mese dedicato alla prevenzione delle malattie che colpiscono le donne, infatti, la Società di trasporto del Gruppo FS sostiene e partecipa, mettendo a disposizione i propri treni, alla campagna di sensibilizzazione Frecciarosa 2016, promossa con l'Associazione IncontraDonna Onlus e il patrocinio del ministero della Salute.

L'iniziativa, che vede il sostegno di Farmindustria ed Elior, mira a promuovere i corretti stili di vita per combattere il tumore al seno e il virus del papilloma, ed è stata presentata oggi al ministero della Salute alla presenza del ministro Beatrice Lorenzin, dell'amministratrice delegata di Trenitalia, Barbara Morgante, della presidente di IncontraDonna Onlus, Adriana Bonifacino e del direttore generale di Farmindustria, Enrica Giorgetti. Madrina dell'evento Milly Carlucci e testimonial dell'iniziativa Carolyn Smith. Dal 3 al 14 ottobre, dunque, a bordo di alcune Frecce di Trenitalia personale e volontari distribuiranno il Vademecum e su diverse Frecce saranno inoltre presenti medici specializzati per consulenze, visite gratuite al seno e consigli sulla prevenzione. Per l'occasione Trenitalia ha previsto un Buono Sconto di 10 euro rivolto alle clienti socie di CartaFRECCIA per acquisti e viaggi sino a fine ottobre.

Nelle giornate di giovedì 6 e venerdì 7 ottobre la campagna sarà ospitata anche a bordo di due treni Intercity che viaggeranno da Catania a Messina e viceversa. L'obiettivo fondamentale è dunque quello di promuovere la prevenzione 'in rosà, ancora purtroppo carente soprattutto nel Sud Italia, come ha sottolineato Lorenzin: "Su 3 milioni di lettere di richiamo inviate per invitare ad effettuare l'esame di mammografia, risponde in media all'invito solo la metà delle donne italiane, ed il problema è più accentuato al Sud, specialmente in Calabria. Ma quello mirato alla prevenzione - ha avvertito - deve essere un lavoro continuo e questa è una battaglia che dobbiamo fare e che non possiamo perdere".  "Il 47% dei nostri clienti è donna - ha inoltre affermato  Morgante - e grazie a questa iniziativa abbiamo tanti medici specialisti a disposizione, ma l'informazione è rivolta naturalmente anche agli uomini«. Una campagna che »nelle cinque edizioni precedenti ha incontrato diversi milioni di italiani«, ha ricordato Bonifacino. Un invito a "prendere coscienza del problema e combatterlo in tutti i modi, tutte insieme" è giunto da Milly Carlucci e Carolyn Smith, mentre  Giorgetti ha sottolineato l'importanza della »medicina al femminilè, ricordando come siano «850 i farmaci in sviluppo nel mondo per le patologie che colpiscono di più l'universo femminile». Lunedì 3 ottobre appuntamento nella stazione di Roma Termini per la partenza del primo Frecciarosa dell'edizione 2016.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X