Martedì, 24 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Cinque buoni motivi per far visitare un museo ad un bambino
ARTE

Cinque buoni motivi per far visitare un museo ad un bambino

ROMA. Provare, toccare, sentire. Sono tanti i motivi per cui è bene portare i bambini alla mostra.

Sono sempre più frequentati i Children’s Museum: il Centre Pompidou di Parigi ad esempio ha la sua Galerie des Infantes, la Tate Modern ha l’Education Department come pure il Moma.

In Italia c'è il Muba a Milano, il Muse di Trento, o l’Explora di Roma. Musei che offrono visite guidate per i più piccoli, arricchite da giochi interattivi e laboratori.

Ecco dunque le 5 buone ragioni per cui è utile far visitare un museo ad un bambino.

I musei sono utili come i parchi. Qui i bambini possono dare sfogo a tutte le loro potenzialità creative. Che si tratti di arte, scultura, o fotografia, i bambini sono liberi di provare e sperimentare.

L’arte fa aumentare la fiducia in se stessi. Leggere e ammirare un'opera d'arte con i propri occhi permette al bambino di costruirsi una propria opinione sul mondo che lo circonda.

Visitare una mostra è divertente. Ci sono musei infatti che propongono, oltre alla classica visita, anche laboratori ad hoc.

Più vicini al gusto del bello. I bambini, davanti ad un'opera d'arte, possono apprezzarne tratti, colori e forme.

Non esiste solo il digitale. Visitare una mostra è un vero e proprio antidoto ai videogiochi e al digitale in genere.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X