Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA FESTA

Chi era Jack O’Lantern? La storia del simbolo di Halloween

Una zucca con un volto grottesco intagliato, e illuminato da una candela posta all'interno. Eccolo il simbolo per eccellenza di Halloween. Ereditato dal folklore irlandese, questo oggetto trae origine dalla leggenda di un “Ne’er-do-well” (“non ne combino una giusta”) chiamato Stingy Jack. Altro non era che un fannullone e scommettitore dal carattere brutto, e incline all'alcol.

La leggenda racconta che dopo l'ennesima sbronza, una sera a Stingy Jack apparve il diavolo per impossessarsi della sua anima da peccatore. Rassegnato a questa scelta, Jack chiese al diavolo un ultimo desiderio ossia bere un ultimo bicchiere. Premesso di non avere i soldi per pagare la consumazione, Jack chiese al diavolo di trasformarsi in una moneta da 6 pence. Caratterizzata da una croce ricamata sopra, Jack mise la moneta in tasca. Il diavolo si ritrovò così intrappolato, e messo con le spalle al muro da Jack che gli chiese di posticipare di un anno la sua morte. Fu allora che un anno dopo, proprio la sera di Halloween, il diavolo si ripresentò a Jack.

Il ragazzo allora escogitò un nuovo espediente per prendersi gioco del diavolo, invitandolo a salire su un albero e sfidandolo dicendo lui che non sarebbe più riuscito a scendere. Fu allora che il diavolo salì su un albero. Ecco che Jack incise sulla corteccia una croce. Ciò impedì al diavolo di saltare giù.

Un'altra volta, il diavolo fu messo con le spalle al muro. Jack infatti disse al diavolo che avrebbe cancellato la croce - permettendogli di scendere dall'albero - solo se lui si fosse impegnato a non tentarlo più. L'anno successivo, Jack morì ma giunto davanti al Paradiso non gli fu permesso di entrare, colpevole di aver condotto in Terra una vita dissoluta. Anche il diavolo gli negò l'ingresso all'inferno perché offeso da tutti i suoi raggiri. Il diavolo tuttavia diede a Jack un tizzone per illuminare il suo cammino in un limbo oscuro.

Ecco che Jack tentò di farla durare il più a lungo, riponendo la luce in una rapa svuotata creando così una lanterna. La notte della vigilia di Ognissanti - la più comunemente conosciuta notte di Halloween - è possibile vedere la fiammella di Jack, che vaga in cerca della sua meta.

Da quel momento, Jack fu soprannominato Jack O’Lantern.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X