Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
ANZIANI

Indagine conferma: incontrare i propri cari? Fondamentale contro la depressione

ROMA. Per la salute mentale degli anziani è fondamentale il contatto diretto faccia a faccia con i propri cari, e più frequenti sono le occasioni di incontro, minore è il rischio di ammalarsi di depressione negli anni a venire.

Invece email, messaggini, telefonate non hanno questo effetto antidepressivo, forse perché non colmano il loro bisogno di compagnia.

Lo dimostra una indagine condotta da Alan Teo della Oregon Health & Science University pubblicata sul Journal of the American Geriatrics Society.

Gli esperti hanno messo a confronto dati relativi alle relazioni sociali di 11 mila individui over-50 con il loro stato di salute psichica. In particolare i ricercatori hanno analizzato con quale frequenza ciascun partecipante incontrava amici e parenti, figli, nipoti o altri familiari. Inoltre hanno confrontato altre tipologia di relazione, forme indirette come telefono, email, messaggi sms e l'uso dei social. E' emerso che i fortunati che incontravano i propri cari tre volte a settimana o più avevano un rischio di soffrire disturbi depressivi negli anni a venire praticamente dimezzato rispetto a coetanei più 'soli' che incontravano amici e parenti non più di una volta ogni due mesi.

Il rischio di depressione, invece, non risulta in alcun modo collegato con forme di contatto di natura indiretta. "Incontrarsi di persona - sostiene Teo - sembra essere una buona medicina preventiva contro la depressione".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X