Domenica, 25 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società La Festa del "Tu B'Av", a Expo si celebra il San Valentinto d'Israele
MILANO

La Festa del "Tu B'Av", a Expo si celebra il San Valentinto d'Israele

"Con l'unica differenza che durante il Tu B'Av l'amore, se ancora non lo si è trovato, lo si può anche cercare". Questo l'invito rivolto ai visitatori dai ragazzi del Padiglione per partecipare in prima persona alla festa.

MILANO. Israele celebra a Expo la Festa di Tu B'Av, la ricorrenza ebraica dedicata agli innamorati. E' il San Valentino d'Israele, "con l'unica differenza che durante il Tu B'Av l'amore, se ancora non lo si è trovato, lo si può anche cercare". Questo l'invito rivolto ai visitatori dai ragazzi del Padiglione per partecipare in prima persona alla festa.

Il Tu B'Av è una festa di origine contadina che cade il 15esimo giorno del mese ebraico di Av (corrisponde, nel calendario gregoriano, a luglio-agosto). La giornata segnava tradizionalmente l'inizio dei raccolti. "Expo è un luogo perfetto per festeggiare il Tu B'Av - ha spiegato il commissario generale del padiglione, Elazar Cohen -. Anticamente il popolo ebraico viveva in base ai ritmi dell'agricoltura. Oggi le cose sono cambiate e anche il modo di festeggiare non è più lo stesso, ma il Tu B'Av è sempre la festa dell'amore". Per la cultura popolare ebraica, è anche la giornata ideale per sposarsi, secondo la tradizione: "in questo giorno terminano le tre settimane di lutto che gli ebrei osservano per commemorare le distruzioni del primo (586 a.C.) e del secondo Tempio (70 d.C.), un periodo nel quale non ci si può sposare - ha precisato Cohen -. Tu B'Av, quindi, indica anche il giorno in cui si può nuovamente convolare a nozze".

In occasione del San Valentino ebraico il personale del padiglione di Expo ha distribuito tra gli ospiti cuoricini ritagliati a metà, con diverse sagome. Potevano essere completati solo trovando l' "altra metà del cuore" nel frattempo distribuita tra i visitatori del padiglione. Una volta che le due metà si ricongiungevano, i due innamorati potevano baciarsi alla kiss-spot, una postazione romantica allestita di fronte all'ormai celebre "campo verticale" del Padiglione. Quel bacio (o anche semplicemente quell'abbraccio) venica ripreso in tempo reale da un apposita tele camera e trasmesso sui maxi-schermi dell'ingresso. I visitatori del padiglione hanno partecipato con entusiasmo all'iniziativa, scegliendo però, nella maggior parte dei casi, di posare davanti alla kiss-spot col proprio partner, e non con quello scelto dal 'destino'. "L'importante è celebrare l'amore in tutte le sue forme - ha concluso Cohen -. Qui a Expo vogliamo portare un messaggio di amore e pace fra tutti gli esseri umani. Buon Tu V'Av a tutti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X