Venerdì, 10 Aprile 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Apple watch, esiste un laboratorio segreto per le app
TECNOLOGIA

Apple watch, esiste un laboratorio segreto per le app

ROMA. Esisterebbe un laboratorio segreto alla Apple dove Cupertino ha testato insieme ad altre aziende come Facebook e Bmw, le applicazioni per il suo smartwatch. È una delle ultime indiscrezioni in vista del lancio ufficiale oggi a San Francisco dell'Apple Watch. Il primo dispositivo davvero nuovo del colosso californiano da quando Steve Jobs non c'è più.

È il «prodotto più personale che Apple abbia mai fatto, con migliaia e migliaia di ore di valutazioni e test», ha spiegato il designer dell'azienda Jon Ivy al Financial Times, svelando anche qualche particolare in più. «Avrà la funzione 'Glance' che permetterà di visualizzare sul quadrante informazioni in tempo
reale su meteo, Borsa, eventi del calendario e tanto altro, senza dover prendere l'iPhone dalla tasca». Da qui si evince che il dispositivo non sarà autonomo ma sarà usato in abbinamento allo smartphone della Mela.

Il cardine dell'Apple Watch saranno quindi le app focalizzate - a quanto pare - su salute, fitness, turismo, cloud-computing. Una parte così importante che il colosso californiano avrebbe aperto un canale diretto con partner strategici per lo sviluppo di applicazioni di punta.

L'Apple Watch sarà disponibile in tre modelli, diversi colori e anche in una 'Edition' in oro (per cui sarebbero state approntate casseforti negli Apple Store e utilizzata una speciale tecnica metallurgica per renderlo due volte più duro e resistente dell'oro a 18 carati 'normalè) che potrebbe sfiorare addirittura i 20mila dollari. E rispetto agli altri smartwatch già presenti sul mercato sicuramente strizza l'occhio al mondo della moda: la riprova è una pubblicità multi-pagina su Vogue e un video sul sito della rivista diretta da Anna Wintour. E gli analisti ipotizzano anche di un mercato collaterale che potrebbe scaturire dai cinturini intercambiali, oltre che dagli altri accessori.

Secondo indiscrezioni il dispositivo potrebbe anche aprire le portiere dell'auto e fare pagamenti (opzione già presente sui nuovi iPhone). Al momento l'unico punto interrogativo riguarda la durata della batteria a fronte di un tale numero di funzioni: per questo, secondo il New York Times, il dispositivo dovrebbe avere l'opzione 'Power Reserve', per il risparmio energetico. Gli ultimi 'rumors' online, comunque, parlano di una durata di almeno cinque ore per un uso medio-intenso e di una ricarica completa fatta in circa due ore. 

Le previsioni dicono che l'Apple Watch 'sfondera': secondo Strategy Analytics, l'azienda sarà in grado di vendere 15,4 milioni di smartwatch entro il 2016, conquistando il 55% del segmento. In attesa del 9 marzo c'è un sito italiano, non ufficiale, che si chiama Mixyourwatch che permette di comporre virtualmente il proprio Apple Watch, si può anche giocare a incidere una frase.

Infine, tra le sorprese dell'evento Apple, potrebbe anche esserci la presentazione di nuovi MacBook Air, una linea che non viene aggiornata dal 2013. E pare che i pc portatili con Retina Display sono così sottili che nei corridoi di Cupertino vengono chiamati 'MacBook Stealth'.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X