Lunedì, 24 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Società

Home Società Eco-pellicce, una collezione "animal friendly" per Elisabetta Franchi
LEGA ANTIVIVISEZIONE

Eco-pellicce, una collezione "animal friendly" per Elisabetta Franchi

La stilista ha subito deciso di condividere l'iniziativa della LAV, con una serie di prodotti privi di materiali animali, e annuncia che nel giro di tre stagioni la sua moda sarà completamente 'cruelty free"

MILANO. Elisabetta Franchi spinge sempre di più la sua moda in direzione 'animal friendly', schierandosi a fianco della Lav per il nuovo progetto «Animal Free Fashion» che prevede la progressiva eliminazione di materiali di origine animale dalle collezioni. La stilista ha subito deciso di condividere l'iniziativa della lega anti vivisezione, con una serie di prodotti privi di materiali animali, e annuncia che nel giro di tre stagioni la sua moda sarà completamente 'cruelty free".

Intanto oggi ha mostrato con orgoglio, prima della sfilata milanese, la linea di eco pellicce e piumini con lo speciale cartellino che riporta il logo ideato dalla Lav per identificare i prodotti realizzati senza ricorrere a materiali di origine animale. «Le pellicce non sono belle perchè sono animali morti - ha detto la stilista - l'ecopelle è bellissima e sempre più simile alla vera pelle, di cui ormai ha anche l'odore. Perchè uccidere per vestirsi?».

Vegan si, ma anche molto femminile, la collezione per il prossimo inverno guarda a Oriente con abitini, camicie e gonne con fiori di ciliegio ricamati e prati innevati, bluse-kimono ricamate, giacche con stampe ispirate al manto della tigre e alle squame del drago. Per la sera, abiti kimono oro e nero o smoking luccicanti di paillettes, ricami e cristalli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X