Mercoledì, 22 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo
BENESSERE

In forma con l’arte della seduzione: il burlesque arriva nelle palestre

di

PALERMO. Il fitness si tinge di rosa e porta la femminilità ai massimi livelli. Danza, sensualità e aerobica si fondono insieme dando vita a quella che sembra avere tutte le carte in regola per diventare la novità dell'anno: è il «Fitburlesque».

Presentata per la prima volta al Rimini Wellness 2012, la disciplina ha raggiunto in poco tempo un grande successo in tutta Italia, sbarcando lo scorso ottobre anche in Sicilia e, in particolare, a Ragusa e a Catania. «Un inizio brusco per l'Isola - spiega l'insegnante Morena Licitra -. La parola burlesque era associata agli spogliarelli visti in tv, ma sono bastate poche lezioni per permettere alle ragazze di superare le proprie paure e amare anche i propri difetti, grazie ai movimenti raffinati che offre tale disciplina».

«L'idea di creare FitBurlesque é nata dal bisogno di sintetizzare in un unico concetto il mio background professionale - racconta Ilona Restauri, ideatrice e responsabile nazionale della disciplina che sarà presente con due lezioni gratuite alla manifestazione "Danza in Fiera" in programma a Firenze dal 26 febbraio al primo marzo -. Sentivo la necessità di unire le mie esperienze di palcoscenico con quelle del fitness musicale e, avendo lavorato in produzioni che rispecchiano il vero concetto del Burlesque, ho pensato al nome FitBurlesque». Ex ballerina professionista di formazione francese, Ilona ha alle spalle una lunga carriera di spettacoli nei cabaret parigini. Poi nel 2006 si avvicina al fitness e da allora insegna a Milano, spaziando dalla danza al pilates.

«È un allenamento ideale per chi desidera bruciare calorie nella massima espressione della femminilità», spiega l'insegnante che consiglia di sperimentare il fitburlesque a tutte le donne che vogliono unire lavoro cardiovascolare a movenze sensuali. Nonostante si ispiri al genere che nel tempo ha portato agli attuali streep-tease, infatti, questa nuova disciplina non ha a che fare con la lezione di arte della seduzione tipica del burlesque. Si tratta piuttosto di «un'attività motoria ad alto consumo energetico - aggiunge Restauri -, basata su passi e movimenti presi in prestito dagli stili di ballo presenti nel burlesque». Non esiste un'età specifica per essere femminili. È per questo che fitburlesque è adatta alle donne di tutte le età. «Ho classi molto eterogenee, con allieve dai venti ai sessant'anni», afferma l'insegnante. Riscaldamento, coreografia, defaticamento e stretching sono le fasi principali di una lezione di Fitburlesque. I benefici dunque sono gli stessi di una lezione di aerobica, ma con un valore aggiunto in termini di coinvolgimento emotivo.

«Ogni partecipante si sente "unica", come una vera attrice protagonista che vuole piacere a se stessa - aggiunge l'esperta -. Età e aspetto fisico non sono importanti, ciò che conta è la voglia di divertirsi e ballare, bruciando calorie». A contraddistinguere questa disciplina, infatti, è la scelta delle musiche. Le allieve, oltre ad allenarsi, imparano così passi di danza e coreografie di jazz, charleston e boogie sulle note di generi musicali ricercati che, ispirandosi alle grandi dive hollywoodiane e alle atmosfere dei cabaret di Chicago, spaziano dagli anni ’20 fino agli anni ’70 e ’90.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X