Lunedì, 29 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Salute Fatica cronica ma anche amnesie: ecco il Long Covid che colpisce un paziente su quattro
L'INTERVISTA

Fatica cronica ma anche amnesie: ecco il Long Covid che colpisce un paziente su quattro

di

La strada per la guarigione dal Covid 19 non sempre si conclude con le dimissioni dall’ospedale e con un tampone negativo. I postumi della malattia possono andare avanti anche per mesi. I medici l’hanno chiamata Long Covid e colpisce un paziente su quattro, i sintomi comprendono fatica, affanno, difficoltà nel camminare, dolori muscolari, vertigini, astenia, deficit cognitivi, ansia e depressione. Una serie di problemi con cui i sanitari stanno imparando a fare i conti nella scoperta del Coronoavirus e delle sue conseguenze.

L’identikit di questo disturbo e dei pazienti maggiormente colpiti lo traccia Antonio Cascio, ordinario di Malattie infettive all’Università di Palermo, che però precisa: "Gli strascichi non durano per sempre".

Professore Cascio, cos’è il Long Covid?

“Le persone che hanno avuto il Covid possono mostrare disturbi a distanza di tempo da quella che viene normalmente considerata la guarigione”.

Quali sono queste i sintomi e quali organi possono colpire?

“Sintomi diffusi che possono colpire tutti gli apparati: si va dall’abbassamento della vista alla perdita dei capelli ma anche disturbi al cuore. Abbiamo riscontrato persino disagi di carattere psichiatrico, per via dell’isolamento forzato al quale i pazienti sono stati costretti a vivere durante il coronavirus. E, quando c’è stato un pesante coinvolgimento dei polmoni, questi rimangono parzialmente danneggiati, ne deriva un’astenia cronica e in questo caso i disturbi durano più a lungo”.

Cosa è la nube cerebrale, se ne è parlato molto in questo contesto?

“Uno stato di stanchezza continuo che colpisce le persone che sono state affette da Coronavirus, ci sono stati anche casi di perdita della memoria a breve termine”.

Chi sono i più colpiti: giovani, anziani, uomini, donne?

“Certamente le donne in età più avanzata. Nel 75% dei casi sono loro a manifestare questi sintomi”.

La medicina sta prendendo coscienza dell'esistenza del Long Covid, cosa si sta facendo?

“L’Istituto Superiore di Sanità ha istituito un tavolo apposito e stima che il problema possa interessare un paziente su quattro”.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X