Sabato, 25 Giugno 2022
stampa
Dimensione testo

Salute

Home Salute Sigaretta elettronica, negli Usa 16 i morti: allarme epidemia
NUOVI CASI

Sigaretta elettronica, negli Usa 16 i morti: allarme epidemia

Sigarette elettroniche, Sicilia, Salute
Sigarette elettroniche

Le sigarette elettroniche hanno causato altri morti negli Usa. Il bilancio sale infatti a 16 vittime e avrebbero contratto malattie legate all'uso dell'e-cig. Gli ultimi due casi si sono verificati in Virginia e New Jersey.

Cresce dunque l'allarme negli Stati Uniti, anche perchè nei giorni scorsi i Centers for Disease Control and Prevention, la massima autorità sanitaria federale, aveva annunciato che ci sono 805 casi confermati di malattie associate alla sigaretta elettronica in 46 stati Usa e nelle Isole Vergini americane.

La causa di questa epidemia al momento non è nota, però viene segnalato che oltre il 75% dei pazienti hanno consumato il Thc, il principio attivo della marijuana.

Si teme soprattutto per i prodotti illegali utilizzati per le e-cig, e se dovessero arrivare in Europa, nonostante le regole più rigide, potrebbero verificarsi problemi simili a quelli affrontati negli Stati Uniti. L'allarme lo ha lanciato Konstantinos Farsalinos, ricercatore dell'Onassis Cardiac Surgery Center ad Atene, che dal Global Tobacco and Nicotine Forum a Washington invita a "essere molto attenti e non usare questi prodotti fino a che non si capisce quale ingrediente o contaminate in questi olii stia causando le malattie da svapo".

Gli occhi sono puntati sul mercato nero: c'è sempre la possibilità che in Ue siano disponibili prodotti utilizzati nelle e-cig come gli olii illegali a base di Thc e, se avessero gli stessi contaminanti che stanno causando problemi negli Usa, è possibile che si verifichino anche in Europa malattie polmonari e decessi legati all'uso di queste sostanze.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X