Mercoledì, 30 Novembre 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Tutta Italia in zona bianca, firmata l'ordinanza anche per la Valle d'Aosta
CORONAVIRUS

Tutta Italia in zona bianca, firmata l'ordinanza anche per la Valle d'Aosta

Italia tutta in zona bianca da lunedì prossimo, è arrivata l'ufficialità. "Ho appena firmato l’ordinanza che porta anche l’ultima regione gialla in zona bianca, la val d’Aosta. Ho avvisato il presidente della Regione pochi minuti fa. Questo non toglie che dobbiamo mantenere attenzione e prudenza. Il quadro è oggettivamente molto migliorato nelle ultime settimane, ma non possiamo considerare chiusa la battaglia". Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza a Oggi è un altro giorno su Raiuno.

Italia in "bianco" dal 28 giugno

L’Italia, dunque, sarà interamente in zona bianca da lunedì 28 giugno. Come previsto, il monitoraggio di oggi non riserva sorprese e colloca anche la Valle d’Aosta, unica regione rimasta in giallo, nella fascia a minori restrizioni. Questo perchè nel consueto monitoraggio settimanale del venerdì, anche la piccola regione alpina ha raggiunto il traguardo dei tre report consecutivi con l’incidenza sotto i 50 casi settimanali per centomila abitanti, avendo a oggi un’incidenza di 10 casi per centomila.

Addio alle mascherine all'aperto

Cancellato ormai il coprifuoco, lunedì sarà un giorno simbolico del cambio di fase: non solo tutte le Regioni in bianco, ma anche l’addio all’obbligo della mascherina all’aperto, dopo il parere del Cts e la relativa ordinanza del ministro Speranza. L’estate, insomma, può iniziare, anche se con un occhio doverosamente attento a quello che accade negli altri Paesi, con l’incubo variante Delta e il rischio di una risalita dei contagi.

Il passaggio delle regioni in zona bianca

L’ultimo report della Cabina di Regia, venerdì scorso, ha autorizzato Sicilia, Marche, Toscana, Provincia di Bolzano, Calabria, Basilicata e Campania a entrare nella zona a minori restrizioni. Avevano tutte una incidenza abbondantemente sotto i 50 casi per centomila abitanti, come hanno certificato i tre monitoraggi consecutivi. A inaugurare la zona bianca che sancisce il graduale ritorno alla normalità (dopo l’esperimento di primavera della Sardegna, durato poco) erano state a fine maggio Friuli Venezia Giulia, Molise e la stessa Sardegna. La settimana successiva era stata la volta Abruzzo, Liguria, Veneto e Umbria, mentre dal 14 giugno sono in bianco anche Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Provincia di Trento. Lunedì sarà il turno della Val d’Aosta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X