Mercoledì, 12 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica La Rocca in Commissione all'Ars: "Zona rossa a Palermo per le varianti, primi casi tra i vaccinati"
CORONAVIRUS

La Rocca in Commissione all'Ars: "Zona rossa a Palermo per le varianti, primi casi tra i vaccinati"

coronavirus, zona rossa, Mario La Rocca, Sicilia, Politica
La commissione Sanità durante l'audizione

"A Palermo c'era una evidente escalation dei contagi, in particolare per la diffusione delle varianti, più aggressive. Abbiamo i primi casi di virus in soggetti già vaccinati. Ecco perché è stata adottata la zona rossa in tutta la provincia". Lo ha detto il direttore della Pianificazione strategica dell'assessorato regionale alla Salute, Mario La Rocca, ascoltato in audizione dalla commissione sanità dell'Assemblea siciliana. "Se non fossimo intervenuti su Palermo avremmo rischiato di far diventare 'rossa' tutta la Sicilia", ha aggiunto.

La commissione Sanità dell'Ars oggi ascolta in audizione dirigenti e commissari Covid per un esame della situazione in Sicilia.

All'ordine del giorno le zone rosse della provincia di Palermo e di Barcellona Pozzo di Gotto, la campagna vaccinale, l'atto di indirizzo per favorire l'assistenza familiare dei ricoverati mediante la previsione di spazi camper nelle strutture ospedaliere, le problematiche del servizio 118 con particolare riferimento alla postazione di Giarratana.

"Quando il governo Musumeci ha firmato l'ordinanza per la 'zona rossa' a Palermo - ha aggiunto La Rocca -, e poi anche nella provincia, il dato era di 209 contagi su 100 mila abitanti ma avevamo la percezione di una maggiore diffusione delle varianti e registravamo pure la pressione sugli ospedali. Quel dato ora è consolidato: l'incidenza è di 275 casi su 100 mila abitanti".

Al deputato M5s Salvatore Siragusa che nel suo intervento ha invitato il governo a una informazione più puntuale, La Rocca ha risposto: "Andare dietro alla comunicazione giornaliera sui numeri del Covid, che nessuno ha la possibilità di consolidare, ha fatto sì che si creasse un clima di sfiducia nelle istituzioni. Una cosa è il dato in base al quale vengono fatte le scelte, appunto quello consolidato e caricato in piattaforma, una cosa è il dato giornaliero".

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X