Mercoledì, 05 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Maturità, Bianchi: "Sarà un esame vero, non di emergenza. Un mese per preparare lavoro da discutere"
SCUOLA

Maturità, Bianchi: "Sarà un esame vero, non di emergenza. Un mese per preparare lavoro da discutere"

MATURITà, scuola, Patrizio Bianchi, Sicilia, Politica
Foto Archivio

Quella di quest'anno sarà una prova di maturità vera: abbandonata l'idea che si lavorava 5 anni e poi arrivava una busta con i temi e si faceva una sorta di lotteria. I ragazzi avranno un mese per poter svolgere il loro lavoro prepararlo e consegnarlo; la prova inizierà con la discussione di questo lavoro. Il ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi ha spiegato a Uno Mattina su Rai 1 la maturità 2021.

"Non è un esame all'acqua di rose né di emergenza - ha assicurato -: è una prova di maturità in cui i ragazzi potranno dimostrare come sono cresciuti, è un passaggio in avanti, non ci siamo messi all'angolo, è un esame di maturità vero".

Poi la certezza che la scuola tornerà in presenza e in sicurezza il prima possibile: "Bisogna essere ancorati alla realtà: tutti volevamo tenerle aperte le scuole, abbiamo tenuto le attività in presenza fino allo stremo, abbiamo tenuto i bambini in presenza fintantochè è stato possibile. Stiamo lavorando per riportare la scuola in presenza e in sicurezza il prima possibile. Non sono decisioni a cuor leggero ma lo abbiamo fatto con senso di responsabilità. Sono scelte in cui tutto il paese deve essere presente", ha aggiunto il ministro.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X