Martedì, 26 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Sicilia, spoglio in diretta - Terranova vince a Termini, Grillo trionfa a Marsala, a Misilmeri Rizzolo sindaco
AMMINISTRATIVE

Sicilia, spoglio in diretta - Terranova vince a Termini, Grillo trionfa a Marsala, a Misilmeri Rizzolo sindaco

comunali, elezioni, Sicilia, Politica
Maria Terranova (M5S-Pd) vicinissima alla vittoria a Termini Imerese (Foto Giunta)

Aggiornamento delle 23.13: Innocenzo Leontini è il nuovo sindaco di Ispica. Battuto il sindaco uscente Pierenzo Muraglie. A Villabate vittoria di Gaetano Di Chiara, a Godrano Daniele Bellini. Intanto è confermata che saranno l’ex sindaco degli anni '90
Pippo Gulino e l’ex consigliere comunale Giuseppe Di Mare a contendersi la poltrona di primo cittadino ad Augusta.

Aggiornamento delle 22.58: Ballottaggio quasi sicuro anche a Carini,  tra il sindaco uscente Giovì Monteleone e il consigliere uscente Totò Sgroi. Intanto a Santa Cristina Gela vince Giuseppe Cangialosi, a Realmonte successo di Santina Lattuca.

Aggiornamento delle 22.37: Ad Agrigento sempre più vicino il ballottagio. Franco Micciché ha raggiunto il 36,49%, Lillo Firetto il 28,55%, Marco Zambuto il 17,34%. Sempre nell'Agrigentino, a Casteltermini, vince Gioacchino Nicastro. A Santa Caterina Di Villaermosa Giuseppe Ippolito sempre avanti. Nell'Ennese, a Centuripe, vince Salvatore La Spina.

Aggiornamento delle 21.56: A Misilmeri Rosario Rizzolo è il nuovo sindaco. A Trabia affermazione di Leonardo Ortolano.

Aggiornamento delle 21.47: Risultati in provincia di Palermo. A Caltavuturo vince Salvatore Di Carlo, a Polizzi Generosa Gandolfo Librizzi.

Aggiornamento delle 21.16: A Graniti vittoria di Carmelo Lo Monte. A Raccuja affermazione di Ivan Martella, a Pollina Pietro Musotto è il nuovo sindaco, ad Isola delle Femmine Orazio Nevoloso.

Aggiornamento delle 21.09: Arrivano altri risultati. Ad Alimunsa vittoria di Michele Panzarella. Pippo Midili, 57 anni, giornalista è stato eletto in prima battuta sindaco di Milazzo. Il giovanissimo Marco Carianni, sostenuto da due liste civiche, conquista a Floridia  un posto al ballottaggio per sindaco. Per il secondo posto è sfida aperta tra Salvo Burgio, sostenuto da liste civiche e  subito dietro Claudia Faraci del Pd e Cristian Fontana di Fratelli d’Italia.  A Villalba trionfa Maria Paola Immordino, a Pedara Alfio Cristaudo, ad Agira Maria Gaetanagreco, a Nicosia Luigi Salvatore Bonelli, a Pietraperzia Salvatore Messina.

Aggiornamento delle 20.51: Risultati anche dalla provincia di Caltanissetta: a Mussomeli vince Giuseppe Catania, a Bompensiere il nuovo sindaco è Salvatore Virciglio. A Serradifalco vittoria di Leonardo Burgio.

Aggiornamento delle 20.09: Ad Agrigento Franco Miccichè, ex assessore di Lillo Firetto (anche lui ricandidato col centrosinistra), è in vantaggio sull'ex alleato ma non tanto da raggiungere la soglia del 40% che gli consentirebbe di essere eletto al primo turno. Si va dunque verso il ballottaggio tra i due. Terzo l’ex sindac, Marco Zambuto, che precede la candidata di Lega e Fratelli d’Italia Daniela Catalano.

Aggiornamento delle 19.23: L’ex presidente della Commissione nazionale antimafia, Francesco Forgione, è il nuovo sindaco di Favignana, la principale isola delle Egadi.  Forgione è stato deputato di Rifondazione comunista all’Assemblea regionale siciliana dal 1996 al 2006. E’ stato poi deputato nazionale per Prc e ha ricoperto fino al 2008 la carica di presidente dell’Antimafia. Il precedente sindaco di Favignana, Giuseppe Pagoto, è indagato per corruzione, abuso d’ufficio, turbativa d’asta e altro. Il Tribunale del Riesame lo ha sottoposto all’obbligo di dimora a Trapani.

Aggiornamento delle 19.16: Sconfitto al ballottaggio, cinque anni fa, da Alberto Di Girolamo (Pd), Massimo Grillo si è rifatto oggi, riuscendo ad essere eletto, al primo turno, sindaco di Marsala con circa il 56% dei consensi. Non c'è ancora l'ufficialità, ma ormai ha abbondantemente superato il quorum del 40%. Ad appoggiarlo è stato uno schieramento di centrodestra che ha messo in campo nove liste per il Consiglio comunale, mentre a supporto di Di Girolamo (che avrebbe il 33%) ce n'erano quattro. Figlio di un ex assessore e deputato regionale della vecchia Democrazia cristiana, Salvatore Grillo, morto lo scorso 28 gennaio, all’età di 97 anni, il neo sindaco, 57 anni, fu eletto per la prima volta all’Ars nel 1986, a soli 23 anni, prendendo di fatto il posto del padre, non ricandidato dalla Dc, e anche lui è stato assessore alla Regione, prima di essere eletto, nel 1996, alla Camera nel Polo delle libertà e riconfermato nel 2001 a Montecitorio con il Ccd-Cdu. «Mi aspettavo questa vittoria - dice Grillo - Bastava ascoltare i cittadini. C'era una voce univoca. Ringrazio tutti i marsalesi per la fiducia che hanno dato alla mia persona e al gruppo di lavoro. Vorrei che adesso si recuperasse il senso delle istituzioni, vivendo nell’unità, perché Marsala deve rialzarsi e dobbiamo remare nella stessa direzione». L’uscente Alberto Di Girolamo, intanto, ha detto che non siederà in Consiglio comunale, come sarebbe suo diritto. «Spero ci ripensi - dice Grillo - abbiamo bisogno anche di lui».

Aggiornamento delle 19.11: A Ribera, comune dell’agrigentino, vince Matteo Ruvolo, (centrodestra) con 2640 voti (42%) davanti ad Alfredo Mulè (1784) con il 28,29% e Francesco Montalbano (1324) con il 20,99% e Vincenzo Rossello (399) con il 7% e Franco Autieri (160) con il 2,35%.

Aggiornamento alle 19.08: E’ un testa a testa tra il sindaco uscente Pierenzo Muraglie e l’ex assessore regionale alla Sanità Innocenzo Leontini per l’elezione a sindaco di Ispica, unico comune al voto nel Ragusano. Quando mancano poche sezioni per avere lo spoglio completo, Leontini ha un vantaggio di poco meno di 300 voti su Muraglie. E’ attestato al 44% dei suffragi con i suoi 2723 voti contro i 2476 del suo sfidante e se dovesse mantenere questo trend sarebbe sindaco al primo turno.

Aggiornamento delle 19.05: Tre sindaci di Forza Italia alle comunali nel Catanese: Pino Firrarello a Bronte, Luigi Messina a Mascali e Pippo Messina a Trecastagni. Affermazioni anche dell’uscente Nino Bellia a San Giovanni La Punta e di Enzo Santonocito a San Pietro Clarenza, sindaci eletti alla guida di coalizione civiche. «Complimenti anche ad Alfio Cosentino a Milo, sostenuto dalle ottime prove dei nostri candidati al consiglio comunale», dice Marco Falcone, commissario di Forza Italia a Catania, commentando i risultati elettorale nei sei Comuni chiamato alle urne nella provincia etnea. «Questa tornata di amministrative in provincia di Catania consegna a Forza Italia un chiaro successo elettorale che ci conferma come forza trainante del centrodestra», conclude.

Aggiornamento delle 18.57: Alle comunali ad Agrigento il candidato sindaco Franco Micciché, appoggiato da liste civiche e da Vox Italia è al 39,07%. A metà spoglio - sono state scrutinate 13.209 schede su oltre 26 mila - il medico, potrebbe farcela a superare il 40,% necessario per vincere a primo turno. Al momento, ha ottenuto 5.149 preferenze. Il sindaco uscente Lillo Firetto è fermo a 3.581, mentre l’ex sindaco Marco Zambuto è a 2.369. Segue la candidata di Lega e Fratelli d’Italia Daniela Catalano con 1.100 preferenze.

Aggiornamento delle 18.55: Giuliano Cortina è il nuovo sindaco di Scillato.

Aggiornamento delle 18.54: Al momento andrebbero al ballottaggio il sindaco uscente di centrosinistra, Giovi' Monteleone, e il candidato di centro destra Salvatore Sgroi.

Aggiornamento delle 18.49: Filippo Ricciardi è il sindaco eletto a Limina, in provincia di Messina: con il 59,41% ha avuto la meglio su Marcello Bartolotta, 40,59%.

Aggiornamento delle 18.30: Sembra scontata la vittoria a sindaco del comune di Barcellona Pozzo di Gotto del candidato del Centrodestra l’avvocato Pinuccio Calabrò, che visti i dati sembra aver raggiunto un vantaggio incolmabile rispetto agli altri due candidati. Su 7740 schede scrutinate Calabrò ha ottenuto 4693 preferenze, con il 60, 63% mentre Antonio Mamì il candidato del Centrosinistrà 2455 voti con il 31,71% . Giuseppe Sottile di Vox Italia ha per ora 593 preferenze con il 7,66 %

Aggiornamento delle 18.26: A Misilmeri Rizzolo in testa con oltre il 50% dei voti, seguito dalla Stadarelli: siamo oltre metà delle sezioni scrutinate. A Villabate avanti Gaetano Di Chiara, del centrodestra con il 49%. A Godrano testa a testa tra Bellini e Re.

Aggiornamento delle 18.21: Con il 62,07% di voti, Maurizio Antonello Di Pietro (liste civiche e Centrodestra) è sindaco di Enna, eletto a primo turno. Seguono Dario Iginio Cardaci (Centrosinistra) con il 17,24%; Maurizio Bruno (lista civica) con il 13,79% e Cinzia Amato (Movimento Cinque Stelle).

Aggiornamento delle 18: Maurizio Zingales il sindaco eletto a Mirto in provincia di Messina. A capo di una lista civica, con il 60,15% ha avuto la meglio su Ferdele Fiocco (39,85%).

Aggiornamento delle 17.48: A Campobello di Mazara si conferma l’uscente sindaco Giuseppe Castiglione, battuto quindi Ingroia. A Favignana vince Forgione. A Termini Imerese praticamente certa la vittoria al primo turno per la Terranova.

Aggiornamento delle 17.29: A Camastra, nell'Agrigentino, vittoria di Dario Gaglio.

Aggiornamento delle 17.12: Ad Enna dopo lo scrutinio di metà delle sezioni il sindaco uscente Dipietro è nettamente avanti col 60%, il suo diretto inseguitore Cardaci è fermo al 24%.

Aggiornamento delle 17.06: A Termini Imerese Maria Terranova avanti con oltre il 44%, seguita da Caratozzolo con il 28%, quando mancano 4 sezioni.

Aggiornamento delle 16.55: A Naso Gaetano Nani è il nuovo sindaco. A San Salvatore di Fitalia Giuseppe Pizzolante ha largamente superato il quorum ed e' stato eletto primo cittadino.

Aggiornamento alle 16.50: A Marsala Massimo Grillo sarebbe avanti con oltre il 50% dei voti. Di Girolamo fermo al 30%, ancora più indietro gli altri.

Aggiornamento delle 16.41: A Milazzo dopo oltre la metà delle sezione scrutinate sarebbe in testa Pippo Midili.

Aggiornamento delle 16.31:  Primi risultati anche ad Agrigento: Miccichè sarebbe in vantaggio sul sindaco uscente Firetto.

Aggiornamento delle 15.54: Secondo quanto riportato, dalle prime sezioni scrutinate a Marsala sarebbe nettamente avanti il candidato Massimo Grillo. Staccato il sindaco uscente Di Girolamo.

Aggiornamento delle 15.45: Bassa l’affluenza per l’elezione di sindaci e consigli comunali nei comuni chiamati alle urne oggi in Sicilia. Alle ore 14, data di chiusura dei seggi, è stata del 59,18%. I votanti sono stati 409.367.

Aggiornamento delle 14.09: Iniziato lo spoglio. Sono noti già due sindaci: quello di San Mauro Castelverde, in provincia di Palermo, dove si è confermato il candidato unico, Giuseppe Minutilla, esponente di DiventeràBellissima, formazione del governatore Nello Musumeci; e quello di Gibellina, nella Valle del Belice (Trapani), dove resta primo cittadino, al termine di una corsa anche qui in solitaria, Salvatore Sutera, a capo di una lista civica.

***

In diretta su Gds.it lo spoglio delle schede elettorali per le elezioni amministrative in 60 Comuni siciliani.

In Sicilia, invece, Agrigento ed Enna sono i capoluoghi di provincia coinvolti. Tra i Comuni più grandi Marsala, Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo, San Giovanni La Punta, Carini, Termini Imerese e Misilmeri e Augusta.

I comuni interessati alla tornata amministrativa dovevano essere 61 ma Tremestieri etneo è stato escluso dal voto a causa di illeciti penali rilevati dalla magistratura nella raccolta e autenticazione delle firme. Ieri sera alle 22, a chiusura seggi, l’affluenza alle urne era stata del 45,54%.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X