Venerdì, 23 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Il flop della Formazione in Sicilia, pochi gli allievi e i corsi rischiano di non partire
REGIONE

Il flop della Formazione in Sicilia, pochi gli allievi e i corsi rischiano di non partire

Gli enti non trovano gli allievi e la formazione professionale rischia di naufragare. Dopo aver fatto ripartire i corsi con il cosiddetto avviso 2, un paio di anni fa recuperando tre anni di stop, l’assessore Roberto Lagalla è riuscito nelle scorse settimane a riesumare anche il vecchio avviso 8 ma adesso, come scrive Giacinto Pipitone in un articolo del Giornale di Sicilia in edicola, c'è la preoccupazione che i corsi non partano.

Se tutto ciò verrà confermato, gran parte degli enti più grossi non riuscirà a investire l’intero budget loro assegnato e ciò produrrà risparmi per almeno una quindicina di milioni. Soldi che si aggiungono ai 13 milioni che sono stati tolti ad altri enti che erano entrati in graduatoria negli anni scorsi ma che nel frattempo hanno perso l’accreditamento.

La Regione si ritroverà alla fine di questa fase altri 30 milioni da investire e bisognerà capire in quali corsi, se negli stessi o in altri che nell'ultimo periodo sono stati più richiesti come quelli che sostituiscono alcuni anni delle scuole superiori e assegnano una sorta di mini-diploma subito spendibile sul mercato o quelli per operatore socio-sanitario o assistenziale.

L'articolo completo sull'edizione del Giornale di Sicilia in edicola

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X