Martedì, 19 Gennaio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Finanziaria, primo ok all'Ars per il bonus della Regione: si potranno pagare anche bollette e affitti
EMERGENZA CORONAVIRUS

Finanziaria, primo ok all'Ars per il bonus della Regione: si potranno pagare anche bollette e affitti

di
coronavirus, finanziaria, regione siciliana, Gaetano Armao, Nello Musumeci, Sicilia, Politica
Nello Musumeci e Gaetano Armao

Con i cento milioni stanziati dal governo Musumeci per aiutare le famiglie andate in crisi per l'emergenza Coronavirus potranno essere pagate le bollette di luce, acqua e gas e anche l'affitto. Dunque ciò che era nato come un assegno destinato a farmaci e cibi diventa un bonus per tutte le spese necessarie alla vita domestica. È l'effetto di un emendamento che maggioranza e opposizione hanno fatto approvare in commissione Bilancio all'Ars, dove la Finanziaria inviata dalla giunta è sottoposta alla raffica di modifiche concordate fra i partiti.

Va detto che dei cento milioni annunciati da Musumeci un mese fa solo 30 sono stati realmente stanziati e neanche un euro è stato ancora materialmente erogato dai Comuni, che nel frattempo sono alle prese con le procedure burocratiche per calare questi soldi nei bilanci e per emettere i bandi destinati ai beneficiari. Nell'attesa gli aiuti sono stati finanziati finora con i 44 milioni stanziati dal governo nazionale, che si esauriranno fra una decina di giorni. A quel punto dovrebbero arrivare i fondi della Regione, che sfrutteranno le nuove regole concordate ieri all'Ars.

I sindaci potranno utilizzarli anche se non hanno ancora approvato i bilanci. E i beneficiari potranno spenderli anche per le bollette e il pagamento degli affitti. Infine, su proposta del Pd, una quota potrà essere utilizzata dai sindaci per finanziare i cantieri di servizi: i mini appalti per l'arredo urbano in cui impiegare i disoccupati per un massimo di 3 mesi.

E c'è un secondo emendamento che va a incidere su una delle misure cardine della Finanziaria di emergenza scritta da Musumeci e dall'assessore all'Economia, Gaetano Armao. Prevede per le famiglie con reddito non superiore a 40 mila euro l'abbattimento degli interessi per prestiti al consumo per un importo massimo di 15 mila euro.

La notizia completa sul Giornale di Sicilia in edicola. 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X