Lunedì, 30 Marzo 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Facebook rimuove il video di Salvini al citofono: "Violata policy sulla privacy"
LEGA

Facebook rimuove il video di Salvini al citofono: "Violata policy sulla privacy"

Facebook ha rimosso il video postato il 21 gennaio da Matteo Salvini dove lo si vedeva citofonare, su segnalazione di alcune famiglie della zona, a una famiglia di origine tunisina nel quartiere Pilastro di Bologna.

Il leader della Lega, accompagnato dalle telecamere e alcuni residenti, aveva domandato se le persone residenti nell’appartamento spacciassero droga. In un secondo momento poi si è scoperto che il ragazzo, suo malgrado protagonista del video in questione, era minorenne.

Per Facebook, il video «non rispetta gli standard della community in materia di incitamento all’odio» come riportato da diversi screenshot pubblicati da alcuni utenti che lo avevano segnalato alla piattaforma social creata da Mark Zuckerberg. La rimozione è arrivata una settimana dopo la pubblicazione fatta dal team social di Salvini.

«Sicuramente il post è stato segnalato da altri per incitamento all’odio. Noi riteniamo che violasse la privacy e fonti di Facebook ci confermano la rimozione è stata fatta per la violazione delle loro policy sulla privacy», precisa  l’avvocato Cathy La Torre, che difende il ragazzo del Pilastro di Bologna.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X