Domenica, 23 Febbraio 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Reddito di cittadinanza: addio sospensione per lavori brevi, valanga di "decaduti"
MANOVRA

Reddito di cittadinanza: addio sospensione per lavori brevi, valanga di "decaduti"

Stop al reddito di cittadinanza congelato in caso di lavori brevi. Questa è una delle correzioni alle modifiche apportate dalla commissione Bilancio alla manovra chieste dalla Ragioneria. Complessivamente sono una settantina.

Salta anche l'estensione ai pediatri dei fondi per avere macchinari per gli esami in studio

REDDITO DI CITTADINANZA. Nel caso della sospensione, anziché la decadenza, dal reddito di cittadinanza quando i beneficiari trovino un lavoro a tempo determinato, nella relazione dei tecnici si legge che la norma "comporta maggiori oneri non quantificati né coperti" e che "la relazione tecnica pervenuta è incongrua e inadeguata": per questo motivo la Ragioneria ha chiesto lo "stralcio" della norma ottenendo poi l'ok dal Senato. Stessa motivazione per i pediatri.

L'Inps, intanto, ha reso noto che reddito e pensione di cittadinanza vanno a oltre un milione di nuclei. L'importo per famiglia viaggia sui 484 euro, con un massimo in Campania, dove sale a 554 euro.
Ma per oltre 200 mila destinatari la somma percepita si ferma a 200 euro. Il quadro emerge dall'Osservatorio dell'Inps sulla misura introdotta con la manovra dal precedente governo M5s-Lega, con i dati aggiornati all'inizio di dicembre.
Tra aprile e novembre sono 1.066.000 le domande di Reddito e Pensione di cittadinanza (il beneficio riconosciuto agli over 67) accolte dall'Istituto di previdenza, ma di queste 51.681 sono decadute e quindi le famiglie beneficiarie di Reddito (890.756) e Pensione di cittadinanza (123.673) sono nel complesso 1.014.429. Le richieste respinte sono 444.494, mentre oltre 112.000 risultano in lavorazione.
E' il Sud che continua a prevalere e Napoli risulta la provincia con più percettori di Reddito e Pensione di cittadinanza con quasi 120.000 beneficiari (118.193): tanto che il capoluogo campano risulta avere più beneficiari rispetto all'insieme di Lombardia (84.952) e Veneto (30.531). Nel complesso, la Campania ne conta quasi 200.000 (196.494) concentrando quasi un quinto di tutti i percettori in Italia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X