Domenica, 15 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA RIFORMA

Finanziaria bis, alla Regione nuovo braccio di ferro sugli appalti

appalti, ars, finanziaria bis, regione, Sicilia, Politica
Palazzo dei Normanni

La sfida vera, già domani, andrà in scena sull'articolo 5: quello che prevede la riforma del sistema di aggiudicazione degli appalti. Il governo – scrive Giacinto Pipitone sul Giornale di Sicilia in edicola - si rifiuta di ritirarlo, come i tecnici dell'Ars e il presidente Gianfranco Micciché hanno suggerito nei giorni scorsi. È così che il voto sulla Finanziaria bis entrerà nella sua fase cruciale.

Mentre arriva una nuova pioggia di emendamenti del governo che stanzieranno finanziamenti a enti, Comuni e precari.

La riforma degli appalti è stata invocata dagli imprenditori siciliani. È un solo articolo di pochi commi che inverte il sistema di aggiudicazione cancellando il meccanismo del massimo ribasso (che ha portato a «sconti» anche del 50% in grado di «drogare» la concorrenza) a favore di un una sorta di media che esclude all'origine le offerte anomale.

Questa norma stride con quanto in vigore a livello nazionale, ma l'assessore alle Infrastrutture, Marco Falcone, si presenterà in aula con una novità: «Le nuove norme di attuazione dello Statuto recentemente approvate a Roma ci consentono di approvare una nostra riforma».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X