Giovedì, 25 Aprile 2019
REGIONE

La giunta Musumeci ci ripensa: non farà ricorso contro i tagli dei vitalizi

Contrordine. La Regione non impugnerà la legge di bilancio dello Stato sui vitalizi  che prevede un taglio dei trasferimenti per le Regioni inadempienti sulla norma.

La decisione è arrivata ieri sera nel corso della giunta riunita dal governatore Nello Musumeci. In un post su Fb, il presidente della Regione ha chiarito che oggi "a margine dei lavori dell'Ars si affronterà il profilo della norma relativa alla illegittima riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato".

La legge nazionale imporrebbe anche alla Sicilia di tagliare i vitalizi entro fine aprile a ex deputati dell’Ars, ex assessori ed ex presidenti della Regione. Una norma che fino a ieri sembrava che la giunta Musumeci volesse impugnare. Poi il cambio di rotta, che di fatto evita così uno scontro istituzionale col governo nazionale, spedendo alla Consulta una delle norme manifesto della legge di stabilità fatta approvare da Luigi Di Maio. L'impugnativa, peraltro, avrebbe potuto turbare la trattativa in corso al ministero dell’Economia per ottenere il permesso di spalmare in 30 anni invece che in 3 il maxi disavanzo individuato dalla Corte dei Conti

La norma impone di tagliare sensibilmente i circa 300 assegni che costano in Sicilia almeno 17 milioni all’anno. Le Regioni che non provvederanno ai tagli subiranno la riduzione dei finanziamenti nazionali, fra i 20 e i 30 milioni all’anno per la Sicilia. E sarebbe un ammanco gravissimo per le casse vuote della Regione.

Ma l’Ars nei mesi scorsi ha fermato le procedure per tagliare i vitalizi dicendo no alla norma che i grillini siciliani hanno presentato l’estate scorsa e che consentirebbe un risparmio almeno 8 milioni all’anno.

 

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X