Giovedì, 06 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Governo M5s-Lega, Renzi: "Solo larghe intese populiste, falliranno"
PARTITO DEMOCRATICO

Governo M5s-Lega, Renzi: "Solo larghe intese populiste, falliranno"

governo lega-m5s, Governo M5s Lega, partito democratico, pd, Matteo Renzi, Sicilia, Politica
L'ex segretario del Partito Democratico Matteo Renzi durante l'assemblea nazionale del Pd

"Opposizione dura e rigorosa, ma civile. E rispettosa delle istituzioni, sempre. Adesso loro diventano il potere, loro diventano l'establishment, loro diventano la casta", scrive l'ex segretario del Pd Matteo Renzi nella sua newsletter Enews.

"Non hanno più alibi - continua -, non hanno più scuse, non hanno più nessuno cui dare la colpa. È finito il tempo delle urla: tocca governare. Ne saranno capaci? Auguri e in bocca al lupo a tutti noi".

"Dopo 80 giorni, ci siamo. Nel tempo necessario a fare un celebre giro del mondo letterario, l'alleanza tra Lega e Beppe Grillo ha più modestamente scritto un contratto e partorito il governo delle larghe intese populiste", commenta Renzi. "Noi dobbiamo pensare a costruire un'opposizione degna di questo nome e prepararci a costruire l'alternativa se loro falliranno, quando loro falliranno".

"È necessario che l'opposizione, a cominciare dal Pd, si attrezzi. Con calma, senza isterismi, senza rabbia. E senza parlarsi addosso. Perché noi siamo orgogliosi di essere diversi, alternativi alle urla, alle fake news. Noi in questi quattro anni abbiamo fatto uscire l'Italia dalla crisi e i numeri lo dimostrano: eravamo col segno meno sul Pil, sui posti di lavoro, sulla produzione industriale e adesso abbiamo tutti indicatori positivi. Ancora in queste ore arrivano buone notizie, come quella di Piombino", aggiunge Renzi.

"Adesso tocca a loro. Noi faremo l'opposizione civile. E ci prepareremo al futuro. Che arriverà prima del previsto, ne sono convinto".

"Sono rimasto molto sorpreso dal tono dell'assemblea nazionale del Pd di sabato - scrive ancora Renzi -: mi era stato chiesto di rinunciare a parlare per dare un messaggio unito e coeso all'esterno. Ho evitato dunque di pronunciare il mio discorso e mi scuso con chi mi ha scritto in questi giorni criticandomi per aver rinunciato. E ciò nonostante le liturgie del Pd hanno mandato in onda in streaming l'ennesimo psicodramma incomprensibile agli addetti ai lavori, figuriamoci ai cittadini. Basta con le risse senza senso, vi prego. E con divisioni sul nulla".

 

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X