Sabato, 28 Novembre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Condanna per corruzione, Cascio sospeso dalla carica di deputato Ars
LA SENTENZA

Condanna per corruzione, Cascio sospeso dalla carica di deputato Ars

di

PALERMO. Francesco Cascio perderà il seggio all’Ars. La sentenza di condanna a 2 anni e 8 mesi emessa oggi a Palermo provocherà subito la sospensione dalla carica di deputato, e se confermata nei gradi successivi porterà anche alla decadenza.

La procedura prevede adesso che il Commissario dello Stato metta in atto una delle sue residue competenze e comunichi formalmente all’Ars la sentenza. Ci vorranno un paio di settimane, forse una ventina di giorni spiegano i tecnici dell’Ars. A quel punto al Parlamento non resterà che prendere atto della condanna e scatterà automaticamente la sospensione dalla carica.
Al posto di Cascio subentrerà il primo dei non eletti nella lista del Pdl: si tratta di Giuseppe Di Maggio, che nel 2012 conquistò 5.053 voti e si piazzò alle spalle di Piero Alongi. A sua volta Alongi era subentrato a un altro deputato del Pdl decaduto per via di una condanna, Salvino Caputo. La lista del Pdl, dopo la spaccatura fra berlusconiani e alfaniani, ha dato poi vita al gruppo Ncd a cui Cascio si è iscritto. Di Maggio, avvocato di Campofelice di Roccella, è vicino a Dore Misuraca e in passato è stato membro del consiglio di amministrazione dell'aeroporto

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X