Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Società partecipate della Regione: scatta il taglio degli amministratori
I NODI DELLA SICILIA

Società partecipate della Regione: scatta il taglio degli amministratori

di
L’assessorato all’Economia prova ad anticipare la riforma statale: un amministratore unico al posto di decine di consiglieri

PALERMO. L’assessorato all’Economia ha chiesto a tutte le partecipate di ridurre subito il numero di amministratori. Scatta così una riduzione di membri dei vari consigli di amministrazione che potrebbe anticipare una delle misure che il Governo nazionale renderà obbligatorie solo dal 15 gennaio.

Il decreto che il ministro Marianna Madia sta predisponendo avvia la riforma delle società partecipate statali e degli enti locali. Fra i punti chiave c’è proprio la riduzione di tutti i consigli di amministrazione (oggi composti da tre o cinque membri) per passare all’amministratore unico.

È una soluzione che in Sicilia diventerà immediatamente efficace per tutte le dieci partecipate che l’assessore Alessandro Baccei ha previsto di tenere in vita nel piano di ristrutturazione regionale varato a dicembre (altre 10 saranno liquidate quest’anno). Già dai prossimi giorni - spiegano in assessorato - Ast, Sas, Riscossione Sicilia, Irfis, Sviluppo Italia, Mercati agroalimentari, Siciliacque, Parco scientifico e tecnologico e Seus dovranno passare da tre amministratori a uno. Un giro di vite non di poco conto visto che, poche eccezioni a parte, i compensi per gli amministratori variano da 25 mila a 50 mila euro lordi all’anno. La spesa attuale per i vertici delle società che si prevede di mantenere in vita è di 881 mila euro e potrebbe più che dimezzarsi. Mentre la sola Sicilia e-Servizi è già in regola avendo Antonio Ingroia come amministratore unico con un compenso di 50 mila euro.

DAL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA. PER LEGGERE TUTTO ACQUISTA IL QUOTIDIANO O SCARICA LA VERSIONE DIGITALE

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X