Sabato, 17 Aprile 2021
stampa
Dimensione testo

Politica

Home Politica Italicum, Camera conferma la fiducia al Governo con 352 sì: 38 deputati Pd non votano
LO SCONTRO

Italicum, Camera conferma la fiducia al Governo con 352 sì: 38 deputati Pd non votano

 ROMA. L'Aula della Camera conferma la fiducia al governo sul primo articolo della legge elettorale con 352, 207 no e un astenuto. Sono 38 i deputati del Partito democratico che non hanno votato la fiducia al governo sulla legge elettorale. In base ai tabulati, ai 36 che risultano non partecipanti alla chiama, vanno aggiunti Roberto Speranza e Guglielmo Epifani che risultano in missione ma hanno espresso pubblicamente la dichiarazione di non voto. Secondo Gianni Cuperlo, "non è una giornata semplice né serena. Amareggia e addolora non votare la fiducia perché mi sento parte di una comunità ma è un segnale legittimo e necessario per uno strappo incomprensibile".

Non hanno votato la fiducia al governo sull'Italicum: Roberta Agostini, Albini, Bersani, Bindi, Bossa, Bruno Bossio, Capodicasa, Cimbro, Civati, Cuperlo, D'Attorre, Fabbri, Gianni Farina, Fassina, Folino, Fontanelli, Fossati, Carlo Galli, Giorgis, Gnecchi, Gregori, Laforgia, Letta, Leva, Maestri, Malisani, Marco Meloni, Miotto, Mugnato, Murer, Giorgio Piccolo, Pollastrini, Stumpo, Vaccaro, Zappulla, Zoggia, Epifani, Speranza.

Ed e' stata alta tensione alla Camera. Il premier Renzi è al centro del mirino delle opposizioni e della minoranza Pd ma tiene il punto: 'Fa male sentirsi dire che siamo arroganti e prepotenti: stiamo solo facendo il nostro dovere. Siamo qui per cambiare l'Italia, non possiamo fermarci alla prima difficoltà. Se la legge elettorale andrà si aprirà una fase affascinante'. L'ex segretario Bersani ha attaccato ancora: 'Non esco dal Pd, lo strappo lo ha fatto Renzi, non io. Si ricordano degli ex leader per chiedere loro lealtà, non quando rimuovono dalla commissione o non ti invitano alle feste'. Fassina: possibili 'più di trenta' no alla fiducia da esponenti del partito. Civati ha ricordato che il Pd si era già spaccato al Senato e la legge passò 'grazie a Fi'.

Il partito è scosso e la minoranza Dem sulle barricate insieme all'opposizione. Almeno 50 deputati di Area Riformista avevano fatto sapere che avrebbero votato sì.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X