Lunedì, 19 Agosto 2019
VERTICE A ROMA

L'Ue promuove il Jobs act: "Più equo e agevolerà le assunzioni"

Il vicepresidente della Commissione Ue Jyrki Katainen davanti alle commissioni di Camera e Senato. "Tutte le riforme del governo italiano sono giuste"

ROMA. Il Jobs Act "aiuterà le assunzioni ed è più equo rispetto ai giovani". Così il vicepresidente della Commissione Ue Jyrki Katainen davanti alle commissioni riunite di Camera e Senato a Roma, sottolineando che "tutte le riforme del governo italiano sono giuste e importanti e aumenteranno la competitività", compresa quella della Giustizia.

"La maggior parte delle 'medicine' che devono essere prese per creare lavoro - osserva Katainen - sono nelle disponibilita' degli stati membri". Per esempio "quello dell'elevata pressione fiscale che grava sulle imprese italiane è un tipico problema che è nelle mani dei politici italiani, l'Ue non ha competenza in materia fiscale. Molte questioni relative alla competitività sono di competenza dei legislatori nazionali".

"E' possibile" anche se "bisogna attendere le previsioni" di primavera, che l'Italia possa sfruttare la nuova clausola sulla flessibilità sui conti della Ue, sottolinea Katainen.

"Le riforme proposte dal Governo italiano sono importanti e secondo me, a titolo personale, sono tutte giuste e aumenteranno la competitività del Paese. Questo e' quanto ci dicono gli operatori privati".  Katainen indica in particolare Jobs Act e riforma della giustizia che "se attuata rapidamente e in modo efficiente realizzerà un cambiamento positivo, secondo quanto ci dicono i privati".

In Europa "abbiano tutti disperatamente bisogno di crescita economica. Il motore sono gli investimenti e tutti i paesi soffrono di una carenza di investimenti". Per questo la Commissione Ue ha deciso di dare "massima priorità" al rilancio degli investimenti. In Europa c'è "tanta liquidita e capitali privati" e bisogna che si muova e "produca investimenti". Spiega Katainen rilevando come a tal scopo serve il fondo europeo di investimenti strategici che condividendo il rischio possa mobilitare i capitali privati.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X