Lunedì, 09 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo

Precari, Crocetta: se a luglio non interviene lo Stato non sapremo cosa fare

Il presidente della Regione intervenuto a Ditelo a Rgs: il tipo di sostegno che possiamo dare è quello consentito dalla legge
Sicilia, Politica

PALERMO. Precari sì, ma fino al 31 luglio. Poi chissà. "Se non interviene lo Stato, non sapremo più cosa fare". Il governatore Rosario Crocetta alza le mani e stamane in diretta a Ditelo a Rgs ha ammesso che la questione degli oltre ventimila precari siciliani adesso è tutta nelle mani di palazzo Chigi. "Il tipo di sostegno che possiamo dare - ha spiegato - è quello consentito dalla legge: per i precari sono previsti interventi fino al 31 luglio, se lo Stato non interviene per quella data non sapremo cosa fare".
E parlando della questione degli ex Pip legati alla Social Trinacria Onlus, ha rivelato: "Tra gli ex detenuti ci sono gruppi mafiosi che hanno controllato l'operazione nata con la Social Trinacria e che spesso sono detrattori nei confronti degli stessi ex Pip. Quando abbiamo annunciato il provvedimento - ha aggiunto Crocetta - la gente ha addirittura festeggiato. Abbiamo liberato questi lavoratori da alcune impostazioni mafiose".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X