Mercoledì, 22 Maggio 2019

Alfa Romeo 4C stella di Ginevra: trazione posteriore e due posti secchi

Sicilia, Motori

Ecco l’Alfa Romeo 4C, vettura destinata a ridare quello smalto che solo una supersportiva può concedere a un marchio trascurato, ma sempre amatissimo, come quello del biscione. E finalmente la 4C si leva i panni della concept-car e al Salone dell’ Auto di Ginevra presenta  il modello di serie pronto ad arrivare nelle concessionarie quest'estate e che punta a realizzare finalmente il ritorno dell'Alfa negli USA.
È una coupé "2 posti secchi", con trazione posteriore e motore in posizione centrale, che rappresenta l'essenza della sportività insita nel Dna Alfa: prestazioni, stile italiano ed eccellenza tecnica finalizzata al massimo del piacere di guida in piena sicurezza.
E' stata progettata dagli ingegneri dell'Alfa  e prodotta nello stabilimento Maserati di Modena (una cooperazione al top di competenze tecnico-industriali) e deriva direttamente dal concept che destò grande ammirazione e tanti premi alSalone di Ginevra 2011.
La sigla '4C' si ispira al passato glorioso quando le sigle 8C e 6C negli anni Trenta e Quaranta contraddistinguevano le vetture, da competizione e stradali, equipaggiate con il potente 'otto cilindri' e l'innovativo 'sei cilindri', confermando nell’ impostazione progettuale e costruttiva l'obiettivo di un
rapporto peso/potenza da autentica supercar, inferiore a 4 kg/cv. E per risparmiare peso e ottenere maggiore precisione di guida non é stato previsto neppure il servosterzo.
Sotto il cofano ruggisce un 1750 Turbo Benzina da 240 cv. con cambio automatico a doppia frizione. Il motore é un' evoluzione del propulsore in dotazione alla versione Quadrifoglio Verde di Giulietta e adotta un
innovativo basamento in alluminio e specifici impianti di aspirazione e scarico ottimizzati per esaltare ulteriormente la sportività della vettura. In più sono presenti soluzioni tecniche all'avanguardia quali l'iniezione diretta di benzina, il doppio variatore di fase continuo e il turbocompressore.
Al Turbo Benzina 1750 è abbinato l'innovativo cambio automatico a doppia frizione a secco TCT, leggero e immediato, che può essere comandato anche in modalità sequenziale attraverso gli "shift paddles" posti dietro il volante. Quattro i settaggi disponibili, fra cui il nuovo sportivissimo Race.
La 4C é stata disegnata dal Centro Stile Alfa Romeo e richiama alcuni modelli iconici della tradizione, come la 33 Stradale, una vettura che coniugava le estreme esigenze meccaniche e funzionali allo stile essenziale. Anche 4C ripercorre questa strada e lo fa a completamento di un percorso iniziato con la 8C Competizione estremizzando alcuni concetti peculiari del marchio come la compattezza, la dinamicità e l'agilità. La monoscocca é in fibra di carbonio (progettata dalla Dallara) e il peso totale é di appena 850 chili.
>L'essenzialità del design e dei materiali contraddistingue anche gli interni, essendo tutto concepito e finalizzato al massimo coinvolgimento dell'esperienza di guida. La vettura è lunga poco meno di 4 metri, larga 2, alta 118 cm. e con un passo inferiore a 2,4 metri. Grande compattezza quindi e conseguente  agilità, con massimi livelli di efficienza aerodinamica. Il prezzo dovrebbe essere contenuto al di sotto dei 50 mila euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X