Martedì, 27 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Zaki è libero, l'abbraccio con la mamma: «Tutto bene, ora voglio tornare in Italia»
EGITTO

Zaki è libero, l'abbraccio con la mamma: «Tutto bene, ora voglio tornare in Italia»

Sicilia, Mondo
Patrick Zaki posa sorridente dopo la scarcerazione

È arrivato il giorno tanto atteso per Patrick Zaki, libero ma non prosciolto ancora del tutto. Alla sentenza che ridà fiducia allo studente di Bologna e alla sua famiglia è seguita la scarcerazione dopo 668 giorni di detenzione.

«Tutto bene». Queste le prime parole che Zaki ha pronunciato, parlando in italiano, appena uscito dal commissariato dove ad attenderlo c’erano i familiari. A riabbracciarlo per primo è stata la madre. L’abbraccio è avvenuto in una stretta via su cui affaccia il commissariato, fra transenne della polizia del traffico e un camion con rimorchio. Tantissimi i messaggi, dal mondo della politica e della cultura fino ad Amnesty international per Zaki che ha ringraziato l’Italia e quanti si sono battuti per lui. Il ricercatore universitario ha anche detto di voler «tornare in Italia il più presto possibile».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X