Venerdì, 07 Maggio 2021
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Bambini decapitati dai militanti islamici in Mozambico: la denuncia di Save the Children
IL REPORT

Bambini decapitati dai militanti islamici in Mozambico: la denuncia di Save the Children

Bambini e ragazzini decapitati dai militanti islamici nella provincia di Cabo Delgado, nord del Mozambico. Lo denuncia Save the Children nel suo ultimo rapporto che ha raccolto le strazianti testimonianze delle madre di alcuni ragazzi trucidati dai terroristi legati all’Isis.

Dall’inizio dell’insurrezione islamista nel 2017, oltre 2.500 persone sono state uccise e 700.000 sono dovute fuggire dai loro villaggi. "Queste storie ci hanno sconvolto", ha raccontato alla Bbc il direttore di Save the Children in Mozambico, Chance Briggs. "Questa violenza deve finire, le famiglie di rifugiati devono essere aiutate", ha detto.

"La situazione è seriamente peggiorata negli ultimi 12 mesi, con un’escalation di attacchi ai villaggi", ha sottolineato l’organizzazione umanitaria che si è detta "indignata e profondamente rattristata" dal fatto che "i bambini siano presi di mira in questo conflitto".

Una madre ha raccontato della brutale uccisione del figlio 12enne davanti ai suoi occhi mentre si nascondeva con gli altri tre figli durante un attacco al suo villaggio: "Abbiamo tentato di scappare nella foresta ma hanno preso il mio figlio maggiore e lo hanno decapitato. Non abbiamo potuto fare nulla perchè avrebbero ucciso anche noi". Un’altra madre ha perso il figlio di 11 anni per mano degli islamisti e insieme agli altri tre figli ha cercato rifugio a casa del padre, ma anche quel villaggio è stato attaccato, e tutti insieme sono scappati dal fratello.

Oltre agli assalti dei jihadisti, la provincia di Cabo Delgado è stata duramente colpita dal ciclone Kenneth nel 2019 e da massicce alluvioni nel 2020 e sta ancora cercando di riprendersi. Save the Children sta lavorando per "rispondere ai bisogni urgenti dei bambini e delle loro famiglie colpite dal conflitto e dal ciclone": finora "ha raggiunto oltre 70 mila persone, compresi 50 mila bambini, con programmi di istruzione, protezione, salute (incluse misure Covid-19), acqua e servizi igienici".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X