Martedì, 27 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Provoca incidenti nella notte a Berlino: "Confermata la matrice terroristica"
LA PROCURA

Provoca incidenti nella notte a Berlino: "Confermata la matrice terroristica"

Diversi gli incidenti avvenuti nella notte scorsa sull'autostrada 100 a Berlino nel distretto di Tempelhof-Schoeneberg, in cui sono rimaste ferite 6 persone, di cui 3 gravemente. Secondo gli inquirenti è confermata la "matrice islamista".

Come riferiscono i media locali, l’aggressore è un iracheno di 30 anni che ha urlato «Allah Akbar» mentre scendeva dal suo veicolo, un' Opel Astra nera. L’aggressore ha speronato diverse auto e motociclette sulla superstrada che attraversa la capitale alle 18.30 di ieri. «Nessuno si avvicini, altrimenti morirete tutti!», avrebbe gridato secondo testimoni citati dal quotidiano Bild, minacciando di impugnare un ordigno esplosivo.

È stato arrestato dalla polizia che è arrivata in gran numero sul posto. Le forze dell’ordine hanno interrotto il traffico su questa strada trafficata per diverse ore, provocando ingenti ingorghi, per controllare il contenuto di alcune scatole sospette lasciate dall’uomo nel suo veicolo. Una delle scatole è stata aperta a distanza per precauzione, ma non è stato trovato nulla di sospetto.

"In base ai riscontri attuali, si è trattato di un attacco islamista", ha affermato la Procura generale di Berlino. Un portavoce dell’autorità inquirente ha tuttavia aggiunto che «vi sono anche indizi circa problemi psichici» dell’uomo arrestato, di cittadinanza irachena.

L’episodio ha richiamato alla memoria l’attentato al mercatino di natale di Breitscheidplatz, quando, il 19 dicembre 2016, il tunisimo Anis Amri aveva lanciato a tutta velocità un Tir sulla folla, uccidendo 12 persone e causando decine di ferite.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X