Venerdì, 14 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Andrzej Duda vince le presidenziali in Polonia: più vicino a Trump che all'Ue
LE ELEZIONI

Andrzej Duda vince le presidenziali in Polonia: più vicino a Trump che all'Ue

Il populista di destra Andrzej Duda, molto vicino alle posizioni di Donald Trump, ha battuto con un margine risicato l’avversario eurofilo, Rafal Trzaskowski. Duda ha ottenuto il 51,21% mentre il sindaco di Varsavia, un liberale che prometteva relazioni più strette con l’Unione europea, si è fermato al 48,79%. Risultato che rafforza il partito di governo Legge e Giustizia, in rotta di collisione con Bruxelles per la riforma giudiziaria che secondo i critici intacca le libertà democratiche.

Duda ha promesso di mantenere gli assegni sociali e, duranta la campagna elettorale, ha attaccato i diritti LGBT. Tuttavia, i commentatori politici polacchi rilevano che la buona performance di Trzaskowski suggerisce una «nuova dinamica» per l’opposizione polacca e «cambiamenti significativi» sulla scena politica.

«La Polonia si è divisa», titola in prima pagina il quotidiano Rzeczpospolita, mentre il tabloid Super Express vede «la Polonia divisa in due». Il sostegno a Duda è stato particolarmente forte nelle zone rurali, nelle piccole città e nell’est del Paese, mentre Trzaskowski ha ottenuto buoni risultati nelle città più grandi e nelle regioni occidentali al confine con la Germania.

«Il risultato di queste elezioni è una Polonia divisa in due con un futuro non così roseo, poichè sarà difficile alleviare la divisione e ripristinare il rapporto tra le due parti», ha detto l’analista Kazimierz Kik. Gli esperti hanno detto che l’imminente risultato potrebbe portare a strascichi in tribunale. Anna Materska-Sosnowska, politologa dell’Università di Varsavia, ha detto: «Penso che ci saranno certamente delle proteste elettorali e penso che l’intera questione finirà alla Corte Suprema».

Le elezioni si sarebbero dovute tenere a maggio, ma sono state ritardate a causa della pandemia di coronavirus. Le sue ricadute stanno spingendo la Polonia nella prima recessione da quando il comunismo è caduto tre decenni fa. L’attuale presidente ha vinto il primo turno il 28 giugno con il 43,5% contro 10 sfidanti, tra cui Trzaskowski che è arrivato secondo con il 30,4%. (AGI)

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più letti
Oggi
  • Oggi
  • Settimana
  • Mese
X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X