Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
LE POLITICHE

Elezioni in Spagna, i socialisti di Sanchez in vantaggio ma senza maggioranza

elezioni, spagna, Sicilia, Mondo
Pedro Sanchez

Il Parito socialista del premier uscente spagnolo, Pedro Sanchez, è in vantaggio ma senza maggioranza. Secondo gli exit poll diffusi da Rtve dopo la chiusura dei seggi (ancora aperti alle Canarie) avrà tra i 114 e i 119 seggi. Segue il Pp con 85-90 seggio e Vox, terza forza politica, con 56-59 seggi. Unidas Podemos sarebbe la quarta forza e conquisterebbe tra 30 e 34. Ciudadanos si attesterebbe a 14 o 15 seggi.

I socialisti spagnoli del Psoe si confermano primo partito conquistando fra i 114 e i 119 seggi al Congresso (rispetto ai 123 uscenti), stando al sondaggio a campione condotto dall’emittente Rtve, che fornisce le prime indicazioni sul voto.

Secondo il Partido Popular, al quale il sondaggio attribuisce fra gli 85 e i 90 deputati, mentre l'ultradestra di Vox ne otterrebbe fra i 56 e i 59.

Se i numeri dei sondaggi a campione condotti dall’emittente Rtve saranno confermati, nessuno dei due blocchi, di centrosinistra e di centrodestra, riuscirebbe ad arrivare alla maggioranza assoluta per governare (176 seggi) in Spagna. Inoltre, il blocco di centrodestra formato da PP, Vox, e Cs sarebbe avanti con 155-164 seggi rispetto a quello di centrosinistra formato da Psoe, Up e Mp (147-156 seggi).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X