Martedì, 12 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
TERRORISMO

La Turchia: "Rimanderemo i jihadisti dell'Isis nei loro Paesi"

Il ministro dell’Interno turco, Suleyman Soylu, ha ribadito che Ankara non terrà nelle proprie prigioni i jihadisti stranieri del califfato affermando che «La Turchia non è l’hotel dell’Isis».
Il ministro aveva già dichiarato la ferma intenzione della Turchia di rimpatriare tutti i foreign fighters dell’Isis detenuti in Turchia nei Paesi di provenienza, accusando l’Ue di tenere un comportamento «inaccettabile e irresponsabile».

Il ministro turco si riferisce ai sospetti terroristi arrestati in seguito all’offensiva turca nel nord-est della Siria delle ultime settimane, ma anche agli arresti di sospetti jihadisti stranieri effettuati in Turchia, con Paesi Europei come Francia, Germania, Belgio e Olanda che hanno rifiutato di riammetterli e processarli.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X