Sabato, 24 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Vita dura per i diesel in Europa, si moltiplicano i divieti
AMBIENTE

Vita dura per i diesel in Europa, si moltiplicano i divieti

OSLO. Oslo bandisce le auto diesel per due giorni a causa di un picco di inquinamento dell'aria, Parigi impone un bollino su tutte le auto che indica quanto inquinano, da 0 a 5 (e permette di fermare quelle più 'sporche' in caso di emergenze). Mentre i produttori automobilistici investono sempre di più sulle auto elettriche, e si apprestano a invadere i mercati con modelli «puliti», le città europee rendono la vita più difficile a chi guida un'auto vecchia e inquinante, specie se a gasolio.

A Oslo il divieto di circolazione per i veicoli diesel è scattato oggi e durerà almeno fino a giovedì, quando il meteo dovrebbe spazzare via la cappa di smog. Nei due giorni i veicoli diesel non potranno circolare dalle 6 alle 22, a eccezione delle autostrade. I trasgressori saranno sanzionati con una multa da 1.500 corone, 165 euro.

Ieri a Parigi è entrato in vigore il nuovo regolamento sulle emissioni dei veicoli, battezzato «Crit'air». Per circolare nella Ville Lumiere è necessario esporre un adesivo rotondo sul veicolo, che indica le sue emissioni con un numero e un colore.

Adesivo verde senza numero per mezzi elettrici o a idrogeno, che non hanno emissioni pericolose. Bollino viola col numero 1 per gli Euro 5 e 6; bollino giallo col 2 per benzina e gas euro 4 e diesel euro 5 e 6; bollino arancione col 3 per benzina e gas euro 2 e 3 e diesel euro 4; bollino rosso con numero 4 per diesel euro 3; bollino grigio scuro col numero 5 per i diesel euro 2 e 3.

Fuori da questa classifica, ci sono veicoli così inquinanti che semplicemente non possono circolare per Parigi dal lunedì al venerdì fra le 8 e le 20. Sono le auto immatricolate prima del 1997, gli scooter e le moto anteriori al 1/o giugno 2000 e i camion e i bus di prima del 2001.

Il sindaco socialista Anne Hidalgo è nota per la sua sensibilità ambientalista. Il mese scorso si è impegnata con i suoi colleghi di Madrid, Atene e Città del Messico a togliere i veicoli diesel dalle strade entro il 2025. A differenza delle auto con motori a benzina, quelle alimentate a gasolio emettono meno CO2, ma più diossido di azoto e polveri sottili.

In molte città tedesche, a partire da Monaco di Baviera, possono girare solo i veicoli da euro 4 in su. A Londra, dove si paga per entrare in centro, ci sono limiti di emissioni per i pullman, che saranno estesi ad altri veicoli nel 2020. Milano dal prossimo 13 febbraio vieterà il centro ai diesel euro 3 e 4.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X