Venerdì, 24 Maggio 2019
AL MERCATINO DI NATALE

Con l'Isis a 12 anni, bomba non esplode: fallisce attentato in Germania

BERLINO. La Procura federale tedesca ha aperto indagini sul tentato attacco ad un mercatino di Natale di Ludwigshafen da parte di un 12enne tedesco che - secondo il settimanale Focus - agiva per conto dell'Isis.

«La procura federale indaga sul ritrovamento di una bomba a chiodi a Ludswigshafen», riferisce la Dpa citando una fonte ufficiale: «Per motivi di tattica investigativa non possiamo fornire altre indicazione», ha detto a Karlsruhe il viceportavoce Stefan Biehl.

Il portavoce del governo, Steffen Seibert ha parlato a Berlino di «una notizia che fa trasalire».

L'ordigno, fabbricato dal ragazzo stesso, non è esploso per un difetto di miccia. Lo rivela il settimanale Focus, citando fonti giudiziarie e di sicurezza, come riporta la Dpa.

Il ragazzo, indicato come «fortemente radicalizzato» era stato probabilmente «istigato o guidato» da «un ignoto militante dell'Isis», scrive Focus.

Focus aggiunge che «già nell'estate scorsa il 12enne», un tedesco-iracheno nato a Ludwigshafen, «avrebbe avuto la tentazione di recarsi in Siria per unirsi all'Isis»: dopo la sua cattura «è stato trasferito in un centro giovanile».

Secondo la ricostruzione del settimanale l'attentato sarebbe dovuto avvenire il 26 novembre, vigilia del primo avvento e data di inizio della maggior parte dei mercatini di Natale in Germania, ma fallì «per un difetto della miccia».

L'ordigno artigianale «era nascosto in uno zaino», che venne poi «ritrovato il 5 dicembre in un cespuglio vicino al Comune di Ludwigshafen da un passante». Gli artificieri fecero brillare una parte della bomba, conclude Focus.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X