Venerdì, 24 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Allarme da Mosca: l'Isis pronta a costruire armi chimiche
TERRORISMO

Allarme da Mosca: l'Isis pronta a costruire armi chimiche

«Sono stati registrati molti esempi di uso di armi chimiche in Siria e in Iraq da parte di miliziani dell'Isis»

MOSCA. I jihadisti dell'Isis hanno preso possesso delle tecnologie per produrre armi chimiche:lo dice alla Tass il capo del dipartimento per la non proliferazione delle armi del ministero degli Esteri, Mikhail Ulianov, secondo cui «sono stati registrati molti esempi di uso di armi chimiche in Siria e in Iraq da parte di miliziani dell'Isis».

«Nel caso dell'Isis - ha proseguito Ulianov - non si tratta solo dell'uso di cloro a scopi militari, cosa di cui è di solito accusata Damasco, sebbene non ci siano ancora prove». Secondo l'alto funzionario del ministero degli Esteri russo, «ci sono prove contro l'Isis sull'uso di vere armi chimiche, iprite, e forse lewisite, la cui produzione richiede l'uso di tecnologie piuttosto complesse».

Un team di esperti dell'Opac è a Baghdad per preparare, insieme ad autorità ed esperti locali,
una missione più ampia di supporto alle indagini irachene  sull'uso di armi chimiche, in particolare nel nord dell'Iraq. Lo riferiscono fonti Opac all'ANSA. Un rapporto del governo
iracheno, consegnato all'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche a inizio ottobre, accusa l'Isis di aver compiuto ad agosto almeno 4 attacchi con iprite, di cui tre nella
provincia di Erbil, contro peshmerga curdi ed esercito iracheno.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X