Venerdì, 13 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA POLEMICA

Putin chiama Elton John: "Vediamoci" ed Apple finisce sotto accusa in Russia

Insomma, la telefonata tra il leader del Cremlino ed Elton John alla fine è arrivata per davvero: questa volta non era uno scherzo telefonico, anche se il baronetto diffidava. Al telefono Putin si è detto pronto ad incontrarlo per parlare di "qualsiasi cosa gli interessi", come ha spiegato il portavoce Dimitri Peskov

MOSCA. Vladimir Putin ha chiamato sir Elton John dopo che la popstar lo aveva criticato per l'atteggiamento verso i gay ma nello stesso giorno il colosso Usa Apple è finito sotto accusa in Russia per propaganda omosessuale a causa dei nuovi emoticon con famiglie "non tradizionali". Insomma, la telefonata tra il leader del Cremlino ed Elton John alla fine è arrivata per davvero: questa volta non era uno scherzo telefonico, anche se il baronetto diffidava. Al telefono Putin si è detto pronto ad incontrarlo per parlare di "qualsiasi cosa gli interessi", come ha spiegato il portavoce Dimitri Peskov.

E quello che interessa all'artista britannico sono i diritti degli omosessuali: era stato lui a chiedere ai microfoni della Bbc di discutere con Putin davanti a una tazza di tè di quello che definisce l'atteggiamento "ridicolo" del presidente russo verso la comunità Lgbt. Vladimir Vladimirovic ha inoltre invitato sir Elton a non offendersi per lo scherzo telefonico di cui è rimasto vittima nei giorni scorsi, quando un noto imitatore televisivo russo, aiutato da una 'spalla', lo ha chiamato spacciandosi per il presidente russo e facendogli fare una gaffe mondiale. La telefonata c'è stata, così come l'invito, ma è comunque difficile un'apertura di Mosca nei confronti dei diritti dei gay. E' di alcuni giorni fa infatti la consegna di un'onorificenza da parte di Putin a Vitali Milonov, l'autore della criticata legge introdotta nel 2013 che vieta la 'propaganda' dell'omosessualità in presenza di minori.

La stessa legge per cui adesso il colosso statunitense Apple è finito sotto indagine: arriva dalla regione di Kirov la notizia di un'inchiesta amministrativa aperta ad agosto contro l'azienda di Cupertino, accusata di aver promosso l'omosessualità per aver inserito nel software iOS 8.3 degli emoticon che raffigurano coppie omosessuali. La denuncia è partita da un avvocato, Yaroslav Mikhailov, secondo cui Apple avrebbe violato la controversa norma. La polizia ha già inviato una copia degli emoticon a degli esperti, che dovranno ora valutare se il colosso Usa ha violato il divieto di propaganda gay. Se dovesse essere considerata colpevole, Apple rischia una multa da 800mila a un milione di rubli (tra i 10 mila e i 13 mila euro). Ma in teoria le autorità potrebbero anche sospendere l'attività del produttore di iPhone in tutta la Russia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X