Domenica, 25 Ottobre 2020
stampa
Dimensione testo

Mondo

Home Mondo Cina, si suicida per protesta: è la 141esima tibetana ad "autoimmolarsi"
CONTRO LA POLITICA

Cina, si suicida per protesta: è la 141esima tibetana ad "autoimmolarsi"

La prima autoimmolazione è avvenuta nel 2009 e questa drammatica forma di protesta ha avuto il suo picco nel 2012, quando 83 tibetani si sono «autoimmolati» dopo aver lanciato slogan o lasciato messaggi chiedendo il ritorno del Dalai Lama

PECHINO. Una donna tibetana si è suicidata dandosi fuoco nella contea di Sangchu, in una area a popolazione tibetana nella provincia cinese del Gansu, secondo fonti di esuli tibetani.

La donna, Tashi Kyi, è la 141/ma persona ad «autoimmolarsi» per protestare contro la politica cinese nel territorio. La prima autoimmolazione è avvenuta nel 2009 e questa drammatica forma di protesta ha avuto il suo picco nel
2012, quando 83 tibetani si sono «autoimmolati» dopo aver lanciato slogan o lasciato messaggi chiedendo il ritorno del Dalai Lama, il leader spirituale del buddhismo tibetano e premio Nobel per la pace che vive in esilio dal 1959.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X