Domenica, 04 Dicembre 2022
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia A Catania il primato di città più cara d'Italia: in aumento costi energetici e generi alimentari
ISTAT

A Catania il primato di città più cara d'Italia: in aumento costi energetici e generi alimentari

catania, Istat, Sicilia, Catania, Economia
Via Etnea

Per il secondo mese di fila Catania risulta essere la città più cara di Italia. Lo dicono i dati Istat che ad ottobre hanno rilevato un'inflazione crescente nel capoluogo catanese. Dall'11 % si è passati al 15,6%. Un dato sconfortante, soprattutto se si mette a paragone con altre città d'Italia,

Anche ad ottobre, secondo i dati Istat, l'inflazione nel capoluogo etneo è in aumento rispetto al resto del paese, attestandosi al 15,6 per cento, quasi quattro punti percentuali in più, rispetto al dato nazionale. L'inflazione a Catania è molto penalizzante anche nel confronto con altre città italiane al di sopra dei 150mila abitanti: è quasi il doppio, ad esempio, di quella registrata ad Aosta, ferma all'8,7 per cento. Costi energetici elevati ma costi alti anche dei generi alimentari: sugli scaffali dei negozi hanno subito un cospicuo aumento anche pasta, carne, pesce, frutta e latticini.

Per via di questi aumenti, come prevedibile, sono diminuiti anche i consumi da parte dei cittadini. Il consumo di carne e pesce, per esempio è in picchiata verso il basso: ben 16,8% in meno. Come se ciò non bastasse, sulle tasche dei catanesi è gravato l'aumento della Tari: l'amministrazione comunale ha infatti inasprito la tassa sull'immondizia e sui servizi resi al cittadino del 18%.

Un grido d'aiuto per le famiglie catanesi arriva dal presidente provinciale di Federconsumatori, Salvo Nicosia, che parla di una vera e propria emergenza sociale, con migliaia di persone al collasso, molte delle quali senza lavoro: per loro «appaiono inadeguati i provvedimenti previsti dal Decreto Legge Aiuti Quater. E' incomprensibile e assurdo, per esempio che le famiglie, le cosiddette utenze domestiche, siano state escluse dalla rateizzazione delle bollette di gas e luce, con l'aggravante del distacco forzato delle forniture agli utenti morosi; è necessaria una moratoria sui distacchi incolpevoli».

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X