Lunedì, 26 Settembre 2022
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia L'ultimo triste regalo di Coop ai lavoratori: in ferie, ma senza averle maturate
CESSIONE PUNTI VENDITA

L'ultimo triste regalo di Coop ai lavoratori: in ferie, ma senza averle maturate

Si chiude senza accordo sindacale la cessione di 12 punti vendita da Alleanza 3.0 al gruppo Radenza che coinvolgono oltre 800 lavoratori.

La vigilia di Natale 12 punti vendita abbasseranno le saracinisce

I sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil spiegano che il 24 dicembre sera si abbasseranno le saracinesche di 12 punti vendita Coop, salutando definitivamente Alleanza 3.0 che ha deciso di abbandonare il territorio siciliano. L’azienda lascerà un ultimo triste «regalo» ai propri dipendenti, proprio sotto l’albero di Natale. Dal 25 al 31 dicembre, infatti, i lavoratori saranno ancora dipendenti di Alleanza 3.0, che li collocherà in ferie: peccato, però, che la maggioranza di loro non ha più ferie e permessi a disposizione, perché ha dovuto garantire la produttività dei punti vendita, e quindi si vedrà detratte dal Tfr le ore di lavoro. Poi dal primo gennaio i lavoratori passeranno alle dipendenze del gruppo Radenza, ma senza accordo sindacale.

Sindacati critici: "Atteggianento di Coop intransigente"

«L’esame congiunto si chiude con esito negativo - dichiarano Monja Caiolo, Mimma Calabrò e Marianna Flauto, rispettivamente segretarie generali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Sicilia - a causa dell’atteggiamento intransigente di Coop che, dopo avere portato alcuni lavoratori ad un monte ore, ferie e permessi negativo, dovuto ad una gestione del modello organizzativo poco attenta ed equilibrata, pretende adesso di incrementare tale negativo per il periodo di chiusura dei negozi e di trattenere ai lavoratori il corrispondente valore in euro. Anche in questo caso - proseguono i sindacati - non è accettabile l’atteggiamento di Coop,». Per le segreterie regionali, infatti, non può rimanere senza accordo un’operazione che vede 834 dipendenti passare, dal primo gennaio 2022, alle dipendenze del nuovo gruppo, assieme agli ipermercati siti all’interno dei centri commerciali Parco Corolla (Milazzo), Le Ginestre (Tremestieri Etneo), Katanè (Gravina di Catania), Le Zagare (San Giovanni La Punta), Forum e La Torre (Palermo), Ibleo (Ragusa) e i supermercati di Bronte e di Palermo in piazzetta Bagnasco, Sperlinga, viale del Fante, e via Di Marzo, e ai colleghi della sede con la direzione amministrativa, la direzione merci, i servizi generali informativi e la direzione tecnica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X