Martedì, 30 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Protezione civile siciliana, in 277 stabilizzati ma declassati: scatta la protesta
LAVORO

Protezione civile siciliana, in 277 stabilizzati ma declassati: scatta la protesta

Stabilizzati dopo oltre 20 anni di precariato, ma declassati. È la beffa subita da 277 dipendenti della Protezione civile siciliana assunti solo alla fine del 2020 a conclusione di un lungo periodo di incertezze. L’amministrazione regionale, però, li ha riportati alla casella di partenza della propria qualifica come denuncia il sindacato Sadirs che ha organizzato per domani 15 giugno, dalle 8, una manifestazione di protesta a Palermo davanti a Palazzo d’Orleans.

Si tratta di dipendenti impegnati in attività di Protezione civile presso hub vaccinali, porti, aeroporti, nell’emergenza cenere vulcanica e impiegati in tante altre mansioni che richiedono responsabilità.

“Quando finalmente è arrivata la meritata stabilizzazione – scrive il Sadirs in una nota a firma del segretario generale Fulvio Pantano e del segretario regionale Salvatore Calabrese – questi lavoratori hanno dovuto subire la beffa di vedersi azzerare la propria carriera ripartendo dal gradino più basso della propria qualifica. In termini economici parliamo di una decurtazione anche del 40 per cento. Si tratta di una scelta assolutamente illegittima, la giurisprudenza è ampiamente consolidata nel caso in cui un lavoratore presti la propria opera presso la stessa amministrazione e con la stessa qualifica. Chiediamo che venga garantita la loro qualifica e salvaguardata la professionalità acquisita dopo anni di lavoro".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X