Mercoledì, 23 Giugno 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia I regionali scendono in piazza: "Stop a nuovi concorsi, prima riqualificare i nostri contratti"
LA PROTESTA

I regionali scendono in piazza: "Stop a nuovi concorsi, prima riqualificare i nostri contratti"

I dipendenti regionali scendono in piazza a Palermo: annunciato un sit-in il 9 giugno alle ore 10.30 davanti a Palazzo D’Orleans, in Piazza Indipendenza, per parlare con il Presidente Musumeci, e un secondo, nel pomeriggio, intorno alle 14.30, davanti alla sede della Funzione Pubblica per incontrare l'assessore Zambuto. Allo sciopero, proclamato dal Confsal-Crab, parteciperanno i dipendenti regionali delle categorie A e B, del comparto non dirigenziale. I lavoratori chiedono il rinnovo del contratto per una loro riqualificazione e per questo chiedono, nel frattempo, di sospendere i nuovi concorsi destinati a reperire personale per i centri per l'impiego.

"Negli ultimi due anni e mezzo il coordinamento degli A e B (C.R.A.B.) prima e sindacale adesso (Confsal-Crab) ha spinto, sollecitando con una proposta seria di riqualificazione, i sindacati firmatari dell’ultimo contratto a esprimersi in maniera favorevole nei nostri confronti, ma questi hanno dato risposte solo in forma cartacea attraverso sterili comunicati stile spot pubblicitari.
Ricordiamo a quest’ultimi che, dopo i vari voluti forfait avuti con l’Aran, i dipendenti regionali delle categorie A e B attendono i risultati di una Commissione Paritetica, istituita con l’ultimo CCRL 2016-2018, che doveva risolvere questa problematica entro settembre 2019", afferma il sindacato Confsal-Crab..

"A quasi due anni e mezzo nulla è successo anzi l’amministrazione è in procinto di pubblicare nuovi concorsi per il rafforzamento dei soli CPI - continua il sindacato - ma la Giunta di Governo ha già approvato con deliberazione n. 551 del 27.11.2020 il Piano Triennale del Fabbisogno di Personale 2020-2022 e sono state individuate in tutti i dipartimenti carenze di personale per complessive 6.273 unità. Chiediamo dunque di sospendere, in questo momento di grave crisi, tali superflui concorsi e di destinare le risorse disponibili prioritariamente alla riqualificazione di tutto il personale regionale di categoria A e B. Da più di un ventennio aspettiamo il riconoscimento delle mansioni superiori svolte che, fino ad oggi, hanno consentito all’Amministrazione di garantire i servizi ai cittadini e, parimenti, ai dirigenti generali di raggiungere i loro obiettivi anche se molti funzionari in questi anni sono andati in quiescenza. Dunque prima riqualificazione e successivamente indizione di concorsi".

"Cogliamo l’occasione per ricordare che, per i motivi sopra esposti, organizzeremo un sit-in che sarà svolto a Palermo il 9 giugno alle ore 10.30 presso Palazzo D’Orleans in Piazza Indipendenza per parlare con il Presidente Musumeci. Nel pomeriggio intorno alle 14.30 il sit-in si sposterà presso la sede della Funzione Pubblica per discutere anche con l’Assessore Zambuto. Ricordiamo, altresì, che sono state invitate a scendere in piazza tutte le organizzazioni sindacali, anche quelle non ancora rappresentative, sotto un’unica bandiera che è quella della riqualificazione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X