Lunedì, 08 Marzo 2021
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia L'Ars approva l'esercizio provvisorio per due mesi
REGIONE

L'Ars approva l'esercizio provvisorio per due mesi

L'Ars ha approvato il disegno di legge che autorizza il governo della Regione all'esercizio provvisorio per due mesi. A favore hanno votato 39 parlamentari, 14 i contrari e 6 gli astenuti. Il testo, di undici articoli, prevede il ricorso alla spesa in dodicesimi per due mesi, fino alla fine di febbraio.

"Con l'esercizio provvisorio si dà il via libera allo sblocco della spesa regionale per un importo di circa 221 milioni di euro", dice Alessandro Aricò, capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima. "Ciò consentirà di finanziare enti pubblici ed enti locali e di garantire le spese di funzionamento della Regione, contributi a parchi, riserve, attività culturali, turistiche e sportive e le pensioni dei regionali e negli enti partecipati - aggiunge -. Tutto ciò in dodicesimi, nell'attesa del bilancio di previsione e della legge di stabilità 2021 che saranno approvate entro fine febbraio, proseguendo il piano di risanamento dei conti attuato in questi primi tre anni dal governo Musumeci". "Dispiace notare, quindi, che il Pd ha votato contro - conclude - dimostrandosi per l'ennesima volta fautore di un'opposizione non costruttiva, contraria agli interessi dei Sicilia e dei siciliani".

“Il governo nazionale - dice Giuseppe Lupo, capogruppo Pd all Ars al termine della seduta d’Aula - ha salvato la Regione siciliana dal default, adesso Musumeci, non ha più alibi per non presentare un Bilancio di previsione che serva a contrastare gli effetti economici negativi della pandemia. Abbiamo votato contro l’esercizio provvisorio - aggiunge - perché lo riteniamo insufficiente ad affrontare l’emergenza economica che investirà la regione nei prossimi mesi”.

Una capigruppo adesso stabilirà l’ordine dei lavori per il prosieguo della settimana e per decidere quali norme, senza spesa, da calendarizzare in sessione di bilancio.

Già prevista, domani alle 16, la discussione parlamentare sull'accordo raggiunto tra Stato e Regione siciliana che consente al governo Musumeci di spalmare in dieci anni il disavanzo da 1,7 miliardi di euro a fronte di una riduzione della spesa regionale.

In apertura della seduta di oggi il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha ringraziato gli assessori uscenti. "Un sincero grazie ai colleghi Bernardette Grasso ed Edy Bandiera per la passione e l'impegno con cui hanno svolto il lavoro nei primi tre anni di legislatura e auguro buon lavoro a nuovi assessori Toni Scilla e Marco Zambuto", ha detto prendendo la parola.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X