Venerdì, 07 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Reddito di cittadinanza, prelievi in contanti dalla Postepay: il nuovo limite e come si calcola
SUSSIDIO

Reddito di cittadinanza, prelievi in contanti dalla Postepay: il nuovo limite e come si calcola

Dalla carta Postepay su cui viene caricato il reddito di cittadinanza è possibile effettuare anche dei prelievi.

Il tetto massimo mensile per procedere con queste operazioni non è uguale per tutti i nuclei familiari e cambia in base alla sua composizione. Come infatti accade nel calcolo del sussidio, anche sui prelievi dalla carta incide la tipologia del nucleo familiare e il numero dei suoi componenti.

REDDITO DI CITTADINANZA: CALCOLO DEI PRELIEVI. Il tetto massimo per i prelievi dalla carta del reddito di cittadinanza è fissato a 210 euro nel caso di famiglie numerose e a 220 se nel nucleo sono presenti anche persone con disabilità.

L'importo minimo invece è fissato a 100 euro nel caso di un beneficiario single. A partire da questo importo si applicherà, come di consueto, la scala di equivalenza aumentando di 0,2 per ogni figlio minore e di 0,4 per gli altri componenti maggiorenni.

Ciò vuol dire che un nucleo familiare composto da marito e moglie potrà prelevare un massimo di 140 euro mentre, le famiglie con un minore, 160 euro.

REDDITO DI CITTADINANZA: PRELIEVI SÌ E NO. Sebbene la carta del reddito di cittadinanza dia la possibilità di prelevare contanti, non vi è alcun obbligo di farlo.

Resta infatti la possibilità di pagare quanto previsto dalla misura (alimenti, farmaci, elettrodomestici, benzina etc.) utilizzando direttamente la carta e senza alcun limite ma solo ad esaurimento del budget.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X