Giovedì, 04 Giugno 2020
stampa
Dimensione testo

Economia

Home Economia Cassa integrazione, in Sicilia richieste record: i fondi non bastano
L'EMERGENZA

Cassa integrazione, in Sicilia richieste record: i fondi non bastano

cassa integrazione, coronavirus, Antonio Scavone, Sicilia, Economia

Oltre 28mila domande per la cassa integrazione in deroga in appena 3 giorni sulla piattaforma informatica attivata dall'assessorato regionale al Lavoro. Richieste che, come scrive Giacinto Pipitone sul Giornale di Sicilia in edicola, riguardano il futuro di più di 100 mila dipendenti che dovrebbero ricevere gli ammortizzatori sociali. È un record, ma è anche la conseguenza economica che meglio fotografa l’emergenza coronavirus.

Palermo è la provincia da cui sono arrivate più richieste (6.514 per 24.383 lavoratori) seguita da Catania (5.868 aziende per 19.780 dipendenti).

Ma c’è un allarme, come ha avvertito ieri l'assessore alla Famiglia, Antonio Scavone: con queste prime 28.083 domande si azzera il budget di 112 milioni stanziati dallo Stato per la cassa integrazione in Sicilia. Ma lo stesso assessore si dice certo che arriveranno altre risorse da Roma.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dal Giornale di Sicilia in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X