Martedì, 10 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
TURISMO

Sicily en plein air, Antica Trasversale Sicula entra nel network

Un nuovo partner entra a far parte del progetto Sicily En Plein Air avviato da Assocamping e Assoturismo Sicilia, le sigle di settore di Confesercenti. E’ l’associazione Antica Trasversale Sicula che si rivolge agli amanti dei cammini e dei viaggi slow, ricostruendo per loro la strada della Sicilia antica.

Una via individuata dall’archeologo comisano Biagio Pace che collegava Kamarina (oggi in provincia di Ragusa) alle principali città greche, indigene e puniche della Sicilia orientale ed occidentale: Mozia, Kamarina, Pantalica, Akrai, Palikè, Morgantina, il Lago di Pergusa, Enna, Hyppana, Segesta, Mokarta e tanti altri luoghi ricchi di suggestioni e bellezze naturali, archeologiche e architettoniche.

L’adesione è arrivata durante le giornate del Salone del Camper di Parma che si è appena concluso e dove Assocamping e Assoturismo, già presenti al XL Meeting di Rimini hanno promosso il ventaglio di offerte di Sicily en plein air nato con il coinvolgimento e la partecipazione attiva della Regione Siciliana oltre che della rivista nazionale PleinAir.

Un network che lega strutture private per l’accoglienza all’aria aperta ad associazioni turistiche orientando i visitatori grazie ad un’app scaricabile gratuitamente su smartphone che consente di accedere ad una mappa interattiva e avere diritto a una fidelity card con sconti e agevolazioni su trasporti, servizi, visite guidate, ristorazione. Quindici le strutture private di accoglienza turistica all’aria aperta convenzionate in tutta l’Isola e presso le quali poter ritirare la carta Sicily en plein air che dà diritto ad una scontistica privilegiata.

“Il ventaglio di opportunità offerto da Sicily en plein air - spiega Salvatore Di Modica, vice presidente nazionale e presidente regionale di Assocamping – è amplissimo e va allargandosi di giorno in giorno: si possono noleggiare biciclette ed avere assistenza e mappe aggiornate sulle strade secondarie ciclabili dall’associazione Ciclabili Siciliane ma anche arrivare in Sicilia con il camper usufruendo di tariffe agevolate grazie alla convenzione con Grandi Navi Veloci o accedere ai benefici di altre reti come Rotta dei Fenici e visualizzare in viaggio tutti i beni culturali presenti lungo l’itinerario grazie alla mappa geo-referenziata con tutti i Parchi siciliani, i beni monumentali, il patrimonio Unesco e consigli anche su ristoranti e musei”. Oltre 2000 le brochure e le carte Sicily en plein air distribuite nei giorni della fiera.

Il settore del turismo all’aria aperta è in continua crescita. Stando ai dati diffusi dall’APC – Associazione Produttori Caravan e Camper – sono quasi 9 milioni i turisti italiani e stranieri che ogni anno visitano il Paese in camper. Oltre 1,5 milioni solo tra giugno e agosto dello scorso anno, mentre almeno un milione quelli che sfruttano i ponti e i weekend primaverili. Una crescita che, stando agli ultimi dati Otie presentati alla Bte 2018, coinvolge anche la Sicilia dove negli ultimi due anni, non a caso, c’è stato un incremento delle strutture ricettive all’aria aperta di circa il 5 per cento .

“Abbiamo partecipato al Salone del Camper sia come associazione che all’interno dello stand della Regione – aggiunge Di Modica - per parlare a quanti più visitatori possibili”.

Il Salone di Parma rappresenta l’appuntamento d’eccellenza per il settore e alla mostra degli automezzi affianca sezioni dedicate al turismo: “Percorsi e Mete” dedicata alle destinazioni, al turismo e a tutto ciò che occorre per una vacanza esperienziale, sostenibile e attiva con l’indicazione di sport outdoor quali bici e trekking e “Le strade dei sapori” con itinerari enogastronomiche.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X